Trail del Monte di Portofino, 8 dicembre 2019

Mezza delle Due Perle, 2 febbraio 2020

Come si interpreta la corsa- Etopia (quarta parte)

Entoto è una località in altura vicina a Addis Abeba (Etiopia) dove i più forti mezzofondisti e maratoneti salgono per allenarsi in quota. Pare che Haile Gebrselassie fosse capace di fare come ripetute  i mille metri in 2’40” a oltre 2000 di altitudine.  Altra leggenda: il 27 giugno 2007 a Ostrava (Repubblica Ceca) ha stabilito la migliore prestazione mondiale di tutti i tempi sull’ora in pista con 21285 metri migliorando quella del suo allenatore manager Jos Hermens (Olanda), che aveva totalizzato 20994  circa 31 anni prima.  Duello fra motorini, verrebbe da dire….Haile, una leggenda vivente: gli è stato cronometrato un 200 m finale di 25”1 sui 10000 dei mondiali 1997. Eppure l’esordio assoluto in maratona non era stato mai troppo convincente: 2h47’ a 15 anni. Forse, un po’ precoce come età. Nella sua prima affermazione mondiale (i 10000 di Stoccarda’93) tallona come un terzino Moses Tanui. Addirittura gli toglie inavvertitamente una scarpa. A momenti scoppia una rissa…..Dettagli, quisquilie (direbbe Totò) in una carriera che lo ha visto stabilire record mondiali dai 5000 ai 10000 fino alla mezza e alla maratona. Una supremazia iniziata nel 1995 e interrotta dal keniano Charles Kamathi nel 2001.Haile, che ha smesso quest’anno, è stato anche un testimonial della corsa con la sua grande disponibilità. Tatticamente in gara non ha sbagliato quasi niente: del resto, con un record personale di 3’31” sui 1500 m, poteva permettersi il lusso di partire in progressione o con volata secca agli ultimi 100…

Login