Trail del Monte di Portofino, 8 dicembre 2019

Mezza delle Due Perle, 2 febbraio 2020

Amarcord Liguria- 17 maggio 1987 a Pechino

17 maggio 1987. Trasferta ligure (sotto l'ègida dell'Aics) a Dalian (Cina). A nord di Pechino si svolge da decenni una maratona internazionale. Prestigioso ottavo posto di Massimo Cugnasco, allora tesserato per l'Aaa Genova, che chiude in 2h26'20". Daniela Persi del Cus Genova vince fra le donne! Dopo la gara l'estroso runner si dà anche a un'esibizione canora davanti agli organizzatori.....

 

 

 

Maura Viceconte vince a Praga

20 maggio 2001.L'atmosfera mitteleuropea ben si addice a Maura Viceconte. Dopo avere realizzato il record italiano, l'anno prima, a Vienna (2h23'47"), la mezzofondista piemontese concede il bis poco distante, a Praga. Ma non ci sono atmosfere kafkiane a accompagnarla in gara. Il suo è un superbo assolo. Non arriva un altro record nazionale, sarebbe pretendere troppo, ma in prossimità del ponte Carlo Maura chiude in 2h26'32". Grande gara, la sua: Lena Jerotich, la keniana di turno, accusa un distacco pesante. Alla fine sarà seconda in 2h32'01". Terza la ragazza di casa, Alina Peterkova, 2h37'07". Per l'azzurra è un trionfo. In campo maschile si impone il tanzaniano Sambu in 2h10'14".

Progetto "La Liguria riparte di corsa"

"La Liguria che riparte. Di corsa" é il nuovo Progetto Asd RunRivieraRun che desidera dare un segnale forte di desiderio di "ripartenza", chiaramente nel rispetto di decreti e ordinanze vigenti, sia da un punto di vista sportivo sia come attività produttive e tutta una filiera pronta a rimettersi in moto.

Si tratterà di una staffetta individuale da Ventimiglia a La Spezia, che si terrà nelle giornate del 23 e 24 maggio prossimi, dove i Runners, tutti tesserati Fidal e appartenenti alle società liguri affiliate alla Federazione Italiana di Atletica Leggera, percorreranno i 266 km, ognuno indossando la propria canotta o maglia sociale ed un pettorale promozionale dell'iniziativa.

Le frazioni saranno più o meno brevi, dai 5 ai 10 km. al massimo di percorrenza e attraverseranno tutti i Comuni costieri della Liguria.

Idealmente il testimone degli staffettisti sarà rappresentato dai prodotti di eccellenza della nostra terra, enogastronomici e di artigianato grazie alla collaborazione con Confartigianato Liguria e nella giornata di lunedì 25 maggio i prodotti, raccolti in un paniere, saranno consegnati in Regione Liguria al Presidente Giovanni Toti.

Sarà un messaggio sia sportivo sia di sviluppo economico: sportivo affinché il Runner si riappropri della sua immagine di "portatore" di positività, di benessere psico-fisico per un'attività motoria e sportiva che é un punto cardine della salute, non dimenticando mai che, in Italia, la sedentarietà é responsabile del 14,6% di tutti i decessi e costa al sistema sanitario 1,6 miliardi di euro all'anno.

Sviluppo economico perché rappresenterà la volontà della Liguria di ripartire, di guardare al futuro, di "correre" insieme alle proprie aziende.

Verrà girato un video/spot promozionale dell'evento e del territorio, che coglierà tutte le bellezze ed i prodotti della nostra Regione a cura della Genova Liguria Film Commission.

La partenza dell'evento, ideato e organizzato dalla società di running finalese-pietrese, avverrà Sabato 23 maggio alle ore 8 dal centro di Ventimiglia con l'atleta di casa, tesserato Asd RunRivieraRun, Luca Piccolo.

Per informazioni scrivere un'email a  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  o telefonare allo 019.6898607

L'evento ha il patrocinio di Regione Liguria, Genova Liguria Film Commission, Fidal Liguria e Confartigianato Liguria.

 

Il progetto "La Liguria riparte di corsa"

"La Liguria che riparte. Di corsa" é il nuovo Progetto Asd RunRivieraRun che desidera dare un segnale forte di desiderio di "ripartenza", chiaramente nel rispetto di decreti e ordinanze vigenti, sia da un punto di vista sportivo sia come attività produttive e tutta una filiera pronta a rimettersi in moto.

Si tratterà di una staffetta individuale da Ventimiglia a La Spezia, che si terrà nelle giornate del 23 e 24 maggio prossimi, dove i Runners, tutti tesserati Fidal e appartenenti alle società liguri affiliate alla Federazione Italiana di Atletica Leggera, percorreranno i 266 km, ognuno indossando la propria canotta o maglia sociale ed un pettorale promozionale dell'iniziativa.

Le frazioni saranno più o meno brevi, dai 5 ai 10 km. al massimo di percorrenza e attraverseranno tutti i Comuni costieri della Liguria.

Idealmente il testimone degli staffettisti sarà rappresentato dai prodotti di eccellenza della nostra terra, enogastronomici e di artigianato grazie alla collaborazione con Confartigianato Liguria e nella giornata di lunedì 25 maggio i prodotti, raccolti in un paniere, saranno consegnati in Regione Liguria al Presidente Giovanni Toti.

Sarà un messaggio sia sportivo sia di sviluppo economico: sportivo affinché il Runner si riappropri della sua immagine di "portatore" di positività, di benessere psico-fisico per un'attività motoria e sportiva che é un punto cardine della salute, non dimenticando mai che, in Italia, la sedentarietà é responsabile del 14,6% di tutti i decessi e costa al sistema sanitario 1,6 miliardi di euro all'anno.

Sviluppo economico perché rappresenterà la volontà della Liguria di ripartire, di guardare al futuro, di "correre" insieme alle proprie aziende.

Verrà girato un video/spot promozionale dell'evento e del territorio, che coglierà tutte le bellezze ed i prodotti della nostra Regione a cura della Genova Liguria Film Commission.

La partenza dell'evento, ideato e organizzato dalla società di running finalese-pietrese, avverrà Sabato 23 maggio alle ore 8 dal centro di Ventimiglia con l'atleta di casa, tesserato Asd RunRivieraRun, Luca Piccolo.

Per informazioni scrivere un'email a  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  o telefonare allo 019.6898607

L'evento ha il patrocinio di Regione Liguria, Genova Liguria Film Commission, Fidal Liguria e Confartigianato Liguria.

 

Libro "Il maratoneta"

Anticipatore di tante spy story, "Il maratoneta" (di Willlam Goldman, Bompiani, 1974) è un thriller ben riuscito, anche se meno famoso rispetto al film. Ci sono solo due cose che fanno evadere dall'introversione Babe, timido studente di New York: la corsa e il colpo di fulmine per Elsa. I tanti allenamenti al Central Park, le prese in giro al rientro a casa, lo sosterranno nella vera fuga della sua vita, quella da un criminale nazista che gli vuole estorcere un segreto con la tortura. Di corsa verso la vita, ascoltando gli immaginari messaggi che gli mandano Abebe Bikila e Paavo Nurmi...

 
What do you want to do ?
New mail
 
What do you want to do ?
New mail

Hengelo, Olanda, 26 maggio 2007...

Hengelo è una città olandese che ha sempre portato bene al mezzofondo mondiale su pista. Quello che succede nel Memorial Fanny Blankers-Koen, però, è incredibile. Nei 10000 maschili si assiste a una delle più grandi gare mai corse sui 25 giri. Vince Sileshi Sihine, etiope di grande valore, in 26'48"73, precedendo in volata l'allora esordiente keniano Eliud Kipchoge, in quegli anni pistaiolo, 26'49"02. Un altro "mostro" come Haile Gebrselassie è quinto in 26'52"81. In quindici scendono sotto 27'15"! Ecco l'ordine d'arrivo: 1° Sileshi Sihine (Eti) 26'48"73; 2° Eliud Kipchoge (Ken) 26'49"02; 3° Moses Mosop (Ken) 26'49"55; 4° Gebre Gebremariam (Eti) 26'52"33; 5° Haile Gebrselassie (Eti) 26'52"81; 6° Deriba Merga (Eti) 27'02"62; 7° Ali Abdosh (Eti) 27'04"92; 8° Haile Fikadu (Eti) 27'06"47 (Eti, j); 9° Eshetu Wondimu (Eti) 27'11"93; 10° Stephen Kipketer (Ken) 27'14"04.

Amarcord Liguria- Societari 2008

Maggio, tempo di societari su pista. A Imperia ecco la rassegna-madre sul tartan, animata da grandi risultati. Silvia Salis lancia il martello a 69.38 metri, terza prestazione italiana di sempre, a soli 12 centimetri dal minimo olimpico. "Era la prima gara (17 maggio 2008-ndr) e mi sono sentita fin troppo carica. Devo ancora smaltire il gran lavoro fatto quest'inverno". Emma Quaglia, sotto la pioggia, stabilisce il nuovo record regionale delle siepi con 10'08"97. La imita nella stessa gara Ridha Chihaoui (Trionfo Ligure) con 9'02"62. Un monologo. E' il 17 maggio 2008  

La Traversata della Valbisagno non si farà il prossimo 6 giugno

La 48° Traversata della Valbisagno, classica manifestazione su strada a Genova  da Corte Lambruschini a Struppa, non si terrà il prossimo 6 giugno 2020. La Gau, alla luce dell'emergenza Covid, è arrivata alla decisione sofferta ma necessaria. L'associazione seguirà l'evolversi delle condizioni generali e delle limitazioni delle federazioni sportive per eventuali altre decisioni in merito.

Danilo Mazzone-Addetto Stampa settore podismo Gau

5 maggio 2007 a Osaka

Si viaggia già forte in una delle prime uscite internazionali su pista di 13 anni fa. A Osaka (Giappone) il 5 maggio l'americano Jeremy Wariner vince i 400 m in 44"02 precedendo il connazionale Darold Williamson, 44"68. All'arrivo Jeremy è un pò meno glaciale del solito: "Magnifico il materiale sintetico della pista. Spero di realizzare il record mondiale qui, a agosto , in occasione dei Mondiali". E sarà quasi di parola il 31 di quel mese. Si aggiudicherà infatti il primo posto e il titolo iridato con 43"45, all'epoca quinta prestazione all time. Tornando a Osaka, il cinese Liu Xiang vince i 110 ostacoli in 13"14, altra prestazione di grandissimo valore, L'americano Bershawn Jackson  fa suoi i 400 ostacoli in 48"13.

La preparazione di Mennea in vista della finale di Mosca

"Fosse stato per me, mi sarei allenato di più", mi disse Pietro Mennea in un incontro con la stampa a Genova nel 2010. Per l'occasione ci pare interessante illustrare una sua settimana tipo prima della mitica finale dell'Olimpiade di Mosca.

Sabato 12 luglio- matt: 25' risc- pesi per forza veloce 1/squat 80x4-80x4-80x4-80x4-80x4-80x4 alternando esercizi di compensazione: skip tra ostacoli (8 da 30 cm) e 1/2 squat jump 2 serie di molleggi elastici sui piedi con 60 kg. Pom: 40' risc- 6 serie di balzi reattivi tra ostacoli di 40 cm. Resistenza alla velocità: 2x80 (8"7-8"6)- rec- 2x100 (10"78-10"67)- 2x150 (15"92-15"71)- 2x300 (34"52-34"36). Fra le serie recupero di 10'-12'-15'. Tra le prove rec di 3'-4'-8'-15'. 

Lunedì 14 luglio- Matt: 25' risc- Esercizi di forza veloce, serie di 8-10 squat jump con 20-25-30-35-40-35-30-25 kg. con esercizi di compensazione di rapidità: saltelli e skip. Pom: 40' risc- allunghi in curva di 80 m. 2x100 m lanciati con pausa di 5' in 10"00, 9"90.

Mercoledì 16 luglio. Pom: 45' risc- allunghi di 70 m. Prove di sintesi- 100 in 10"16- 15' pausa- 100 in 10"16 -20' pausa- 150 in 15"15  - 22' pausa

220 m in 26"40. Defaticamento

Maggio-Giugno-Luglio 1972...tre mesi indimenticabili per Luciano Acquarone

Sostenere tre maratone in tre mesi è un'impresa, non per Luciano Acquarone, che a cavallo fra maggio e luglio 1972, si rese grande protagonista del fondo italiano. 1972: Luciano ha 42 anni. A Busto Arsizio giunge quarto in 2h24'09" il primo maggio. In questo modo si guadagna la maglia azzurra per l'incontro Italia-Belgio del giugno di quell'anno. E a Bruxelles esplode l'immenso talento di "Lucien". Il mezzofondista della Maurina è settimo in 2h20'21" l'undici giugno. Contribuisce al successo a squadre. La prestazione, però, non è sufficiente per la convocazione all'Olimpiade di Monaco di Baviera. L'orgoglio dell'imperiese si palesa, un mese dopo, in occasione degli italiani. E' il 23 luglio, Francesco Amante vince in 2h26'09" precedendo di un soffio Acquarone (2h26'202). tre mesi da Guinness dei primati.... 

Login