Sabato 13 gennaio una bella giornata di sole ha agevolato la partecipazione dei giovanissimi (dalla categoria primi passi ai ragazzi) in occasione della riunione “Trofeo Marco Pala”, una rassegna di gare su pista presso l’impianto omonimo. La manifestazione è stata valida anche come Trofeo Uisp.Nelle categorie ragazzi e ragazze ci sono state le conferme di due giovani che si erano già messi in evidenza nel Cross del Campaccio: Andrea Basalto (Entella) e Emma Cavallari (Città di Genova). Andrea ha conquistato il primo posto  nei mille metri davanti a Daniele Parodi (Città di Genova) e a Mario Bersanetti (Due Perle). Emma ha realizzato la stessa impresa superando, nell’ordine, Arianna Tagliafico (Cffs Cogoleto) e Giada Mazzarello (Athle Team). Grande entusiasmo e davvero una ventata di gioventù durante tutta l’intensa giornata sono stati le note più belle della riunione.

 

span style="color: #000000;" /> <img src="images/emma cavallari.jpg""alt="""""</span></p>""

Perché una gara dal bacino di utenza ampio come la Mezza Maratona delle due perle in programma domenica 4 febbraio abbia successo, occorre un coordinamento puntuale e accurato con tutti gli enti e i soggetti  che collaborano. Con questa finalità, gli organizzatori  hanno stabilito due riunioni importanti a Santa Margherita Ligure (Ge). La prima ci sarà nel primo pomeriggio di lunedì 15 gennaio e vedrà interessate le Forze dell’Ordine. Il giorno dopo, martedì  16 gennaio, è in agenda un incontro con le associazioni di Volontariato.Intanto, si avvicina il grande appuntamento di domenica 4 febbraio, che sarà preceduto, sabato 3, dalla Portofino Run, quest’anno intitolata Memorial Antonella, e dalla Junior Run , una serie di competizioni giovanili sul Lungomare. Tutti i dettagli andando sul sito www.maratoninaportofino.it

Una grandissima Luminosa Bogliolo del Cus Genova illumina (è il caso di dire) la primissima parte di stagione italiana al coperto vincendo i 60 ostacoli del Meeting nazionale “Sprint & Hurdles” di Aosta in 8”35 che è anche il nuovo record regionale (il precedente, sempre di Luminosa, era 8”40). La futura dottoressa in Veterinaria è partita alla grande, chiudendo in 8”35 sia in batteria che in finale, senza lasciare molto spazio alle avversarie con quell’azione decisa e potente che le aveva fruttato la partecipazione alle ultime Universiadi. Alle sue spalle, nettamente staccate, sono finite Linda Guizzetti (Atletica Monza), e la consocia Giulia Gargantini, rispettivamente con 8”62 e 8”95. A questo punto la ragazza seguita da Ezio Madonia sembra fieramente intenzionata a fare suo un titolo italiano. Nella stessa riunione è stato bello rivedere all’opera Emanuele Abate (Fiamme Oro). L’attuale detentore del record italiano dei 110 ostacoli è tornato alle competizioni dopo un lungo periodo, conquistando il secondo posto in 8”20 alle spalle diLorenzo Perini (Aeronautica Miltare), 7”84.Un segnale importante.

Buona la prima sui prati per Andrea Ghia del Cus Genova, che oggi, a Cesano Maderno (Mb), ha impegnato fino all’ultimo metro Renè Cuneaz (Cus Pro Patria Milano), maratoneta valdostano di valore nazionale, riuscendo a giungere secondo sui sei chilometri (scarsi) della prima prova del Cross per tutti. Come detto prima, Cuneaz ha iniziato l’ultimo giro con una manciata di secondi nei confronti del mezzofondista biancorosso, che si è lanciato, negli ultimi metri, alla “caccia” del battistrada. Solo pochi centesimi li hanno divisi al fotofinish. Questo l’ordine d’arrivo uomini: 1° Renè Cuneaz (Cus Pro patria Milano) 18’13”; 2° Andrea Ghia (Cus Genova) 18’13”; 3° Luca Leone (Cus Pro patria Milano) 18’27”; 4° Luca Tocco (Alpi Apuane) 18’27”.

gt;""""</p>"

Domenica 14 gennaio a Torino in molti hanno voluto ricordare la bella figura di Gianni Pedrini, azzurro di cross, spentosi per un male incurabile qualche mese fa. Il Cross di Pedro ha visto la disputa di una campestre di buon valore nazionale, caratterizzata dalla vittoria del campione mondiale di corsa in montagna Bernard Dematteis (Corrintime), praticamente ex aequo con il gemello Martin. Hanno tagliato il traguardo in 19’23” (sei chilometri), precedendo di dieci secondi il genovese Carlo Pogliani (Cambiaso Risso), che ha inaugurato nel migliore dei modi la stagione con il terzo posto. Ventesimo assoluto il consocio Gabriele Tonon, 21’06”. Stefania Agnese (Cambiaso Risso) è stata quinta fra le donne (4 km) con 16’37”. Prove generali di cross per la Cambiaso Risso nelle categorie master: Valerio Brignone si è aggiudicato il primo posto nella M50 con 21’06” (6 km); secondo nella M45 Mario Prandi con 21’26”; quarto nella M50 Mauro Biglione con 21’36”. Bella affermazione nella M60 per Pasquale De Martino  (4 km in 16’09”); quinto nella stessa categoria Cirino Bacconi in 16’50”./p>"

Domenica 14 gennaio a Torino in molti hanno voluto ricordare la bella figura di Gianni Pedrini, azzurro di cross, spentosi per un male incurabile qualche mese fa. Il Cross di Pedro ha visto la disputa di una campestre di buon valore nazionale, caratterizzata dalla vittoria del campione mondiale di corsa in montagna Bernard Dematteis (Corrintime), praticamente ex aequo con il gemello Martin. Hanno tagliato il traguardo in 19’23” (sei chilometri), precedendo di dieci secondi il genovese Carlo Pogliani (Cambiaso Risso), che ha inaugurato nel migliore dei modi la stagione con il terzo posto. Ventesimo assoluto il consocio Gabriele Tonon, 21’06”. Stefania Agnese (Cambiaso Risso) è stata quinta fra le donne (4 km) con 16’37”. Prove generali di cross per la Cambiaso Risso nelle categorie master: Valerio Brignone si è aggiudicato il primo posto nella M50 con 21’06” (6 km); secondo nella M45 Mario Prandi con 21’26”; quarto nella M50 Mauro Biglione con 21’36”. Bella affermazione nella M60 per Pasquale De Martino  (4 km in 16’09”); quinto nella stessa categoria Cirino Bacconi in 16’50”./p>"

Gabriele Poggi della Cambiaso Risso oggi ha inaugurato il 2018 con una convincente vittoria nel Cross dell’Ancora disputato a Acqui Terme (Al). Su un percorso reso ostico per le continue ondulazioni, il grimpeur di Busalla ha preceduto il consocio Ridha Chihahoui e Fabio Scognamillo della Podistica Peralto. Fra le donne netto dominio di Silva Dondero (Maratoneti Genovesi) davanti a Laila Hero (Arcobaleno). Vittoria di categoria per Bartolomeo Bacigalupo (Maratoneti Genovesi), Secondo nella M50 il consocio Carlo Rosiello. Uomini: 1° Poggi (Cambiaso Risso); 2° Chihaoui (Cambiaso Risso); 3° Scognamillo (Peralto); 4° Arnaudo (Castagnitese); 5° Picollo (Maratoneti Genovesi); 6° Grosso (Novese); 7° Pepoli (Maratoneti Genovesi). Donne: 1° Dondero (Maratoneti Genovesi); 2° Hero (Arcobaleno); 3° Scaramucci (Maratoneti Genovesi); 4° Gagliardi (Brancaleone Asti); 5° Belletti (Brancaleone); 6° Lacqua (Varazze); 7° Marchet (Maratoneti Genovesi).

Corrado Pronzati dei Maratoneti Genovesi, un po' come da previsioni, oggi si è aggiudicato il primo posto della Maratonina dei Turchi di Ceriale (Savona) in 1h12’18”. Una gara in testa dal primo all’ultimo chilometro. Non è la prima volta che Corrado si aggiudichi la prima mezza maratona dell’anno su territorio ligure.Alle sue spalle sono finiti, nell’ordine, Giovanni Brattoli e Paolo Testa. In campo femminile primo posto per Daniela Vittoria in 1h37'43". Nella dieci chilometri affermazioni di Achille Faranda (Brancaleone) davanti a Massimiliano Russo e a Paolo Liotta (Zena Runners). Fra le donne, nella mezza, successo di Daniela Vittoria davanti a Beverley Gibson e Raffaella Romani.

Discreta uscita stagionale indoor per Stefania Biscuola dell’Atletica Arcobaleno: sabato 13 gennaio la mezzofondista veloce della società di Giorgio Ferrando si è piazzata al secondo posto del Meeting al coperto di Padova chiudendo in 2’14”39, preceduta solo dalla finanziera Ilaria Verderio (Fiamme Gialle), 2’14”18. La gara è partita su ritmi elevati (30” ai 200 m; 1’03” ai 400 m), quindi, complice un rallentamento, la lotta per il primo posto si è risolta in un testa a testa caparbio fra le due battistrada, alla fine divise da pochi centesimi. Discreta la prima, è il caso di dire…. 

Assente all’ultimo minuto per un problema al tendine d’Achille il campione inglese Mo Farah, è stato il keniano Alex Kibet , per il secondo anno consecutivo, a vincere la Mezza Maratona di Doha (Qatar) in 1h01’53” davanti al connazionale Benard Korir. Decimo l’azzurro Faniel Eyob (Venicemarathon), che giudiziosamente non si è gettato all’inseguimento dei battistrada, ma ha seguito il proprio ritmo chiudendo alla fine  in 1h04’42”.L’azzurro prenderà parte, domenica 4 febbraio, alla 13° Mezza Maratona internazionale delle Due Perle. Fra le donne netto dominio dell’americana Allie Kieffer in 1h10’40” davanti all’inglese Gemma Steel. Uomini: 1. A Kibet (Ken) 1h01’53”; 2. B Korir (Ken) n1h02’07”; 3. Thompson (Gbr) 1h03’03”; 4. Lamdassem (Spa) 1h03’09”; 10. Eyob 1h04’42”. Donne: 1. Kieffer (Usa) 1h10’40”; 2. Steel (Gbr) 1h12’37”; 3. F Chepkoech (Ken) 1h12’44”.

"""""""""""""""""""""""""""

“La Junior Marathon vuole essere una manifestazione promozionale di atletica leggera per i giovanissimi- dice Nicola Fenelli, organizzatore della Mezza Maratona delle Due Perle- in modo da avvicinarli allo sport. Cercheremo di avere un riscontro positivo dalle scuole, dai praticanti delle società giovanili, e anche dalle famiglie che accorrono in Riviera per Portofino Run e per la maratonina internazionale. Ma, ripeto, possono prendervi parte anche i non tesserati”. Sabato 3 febbraio, con ritrovo alle ore 14 e partenza della prima gara alle 15,  in piazza Martiri della Libertà, i più giovani potranno partecipare a una gara di velocità (60 m) oppure, a scelta, a 500 o 1000 m. Cornice suggestiva sarà la Passeggiata a mare di “Santa”. Antipasto di una grande giornata di sport perché, alle 15, poco distante, prenderà il via Portofino run. Un sabato in Riviera all’insegna dell’atletica leggera, dai ragazzini ai master. Ulteriori informazioni, si possono avere dal sito www.maratoninaportofino.it