I magnifici sentieri del parco Regionale dell’Aveto , illuminati dal sole, hanno fatto da scenario all’Ecomaratona del Penna, articolata in gara di 20 km e di 13, che ha avuto una top runner d’eccezione in Emma Quaglia della Cambiaso Risso, agevolmente prima in 53’42” davanti a Valentina Pippo (Maratoneti Tigullio), 1h01’09”. La competizione maschile di 20 km ha visto il successo di Luca Campanella (Cambiaso), compagno di Emma nella vita di tutti i giorni, in 1h16’24”; terzo Tommaso Casanova (Città di Genova). Nell’analoga gara femminile primo posto di Stefania Arpe (Entella) in 1h32’20” davanti a Silvia Bolognesi (Cambiaso), 1h40’10”, e a Alessandra Sciacca (Entella), 1h44’30”.  Nei 13 km uomini primo posto del grimpeur Gabriele Poggi (Cambiaso), 49’02”  davanti a Andrea Boccardo (Podistica Valpolcevera), 50’17”.

Domenica 14 ottobre l’impianto di località Marici  a Boissano (Sv) ha ospitato i campionati individuali liguri ragazzi e ragazze. Asia D’Imporzano (Cus Genova) ha vinto nell’alto con 1.54.Nei 60 hs affermazione di Matilde Nani (Alba Docilia) con 10”17. Nei 1000 ragazze bel confronto fra Melissa Sarti (Duferco Spezia) e Alessia Laura (Foce Sanremo): ha prevalso di poco la prima (3’11”68 contro 3’11”70). Appassionante anche l’analoga competizione maschile, dove Andrea Basalto (Entella) ha trovato lo spunto vincente per precedere Daniele Parodi (Città di Genova), 3’09”34. Nei 2 km di marcia primo e assai vicino al limite regionale Cristian Improta (Città di Genova), 10’36”51. Nei 60 m (gare molto partecipate) affermazioni, rispettivamente, di Eric Pelle (Nuova Atletica 92), 8”34 e di Sofia Amoretti (Maurina), 8”63. Sono state disputate anche alcune competizioni di contorno: Davide Costa (Cus Genova) ha vinto nel martello allievi con 63.76, misura di livello nazionale, e secondo è stato Paolo Guglielmi (Maurina Imperia), con 58.22.

 

http://www.fidal.it/risultati/2018/REG17962/Index.htm

 

Domenica 14 ottobre sono stati 130 i partenti in occasione del Sant’Olcese Trail, articolato in due distanze, che ha visto i concorrenti gareggiare su magnifici sentieri a metà fra ValPolcevera, Valbisagno e Valle Scrivia. Primo a sorpresa sui 45 chilometri il lombardo Marco Frigerio (Road Runners Club Milano), che ha chiuso in 5h09’47” davanti a Andrea Beoldo (Sisport), 5h23’13”, e a Fabio Bidone (Delta), 5h42’02”. Fra le donne successo di Marta Frittoli in 6h31’32” e bronzo per Elena Scarpa (Peralto), 6h58’21”. Appassionante la lotta sulla distanza corta: vittoria assoluta di Domenico Mucciolo in 2h41’27” davanti a Stefano Sartini (Vallescrivia), 2h43’14”, e al consocio Marco Schiava, 2h48’04”. Fra le donne affermazione di Valeria Parodi (Berg Team) in 3h12’41” davanti a Danila Barone (Sisport), 3h15’03”. Seguivano nell’ordine Barbara Negrari (Valpolcevera), 3h21’27” e Liliana Paganini (Città di Genova), 3h26’21”.

https://www.wedosport.net/vedi_classifica.cfm?gara=47490

 

Ludovica Cavalli (Trionfo Ligure) domenica 14 ottobre è stata quattordicesima delle juniores con 39’39” sui dieci chilometri del prestigioso incontro internazionale Italia-Francia-Inghilterra-Portogallo svoltosi a Rennes (Francia). In una giornata nuvolosa, nella Bretagna, “Ludo” ha gareggiato nella categoria Under 20 dove , con gara di testa fin dalle prime battute, ha primeggiato l’inglese Revitt con 35’17”. Seconda e prima delle italiane Martina Cornia (Fratellanza Modena) con 35’58”. Ludovica non è propriamente rodata su un diecimila ; comunque, anche al termine di una stagione molto lunga, ha onorato la maglia azzurra.

Podistica Peralto on tour: domenica 14 ottobre i verdi genovesi hanno ottenuto il quarto posto con 2h31’47” nella Maratona a staffetta disputata a Bucarest (Romania). Il tempo è stato ottenuto dal team composto da Fabio Del Buono, Giuseppe Pace, Giovanni Tornielli e Maurizio Carta.  Vittoria di una formazione moldava in 2h20’12”. Decisamente un piazzamento di prestigio.

Emanuele Repetto del Delta Spedizioni si è superato. Sabato 13 ottobre il giovane mezzofondista del Delta Spedizioni, che ricordiamo ha vinto la Valbisagno 2018, è stato 17° assoluto e ottavo italiano nel prestigioso 71° Giro podistico internazionale di Rovereto (Trento). Una gara a altissimo ritmo su un circuito che ha sempre richiamato specialisti di livello internazionale: basti pensare che il primo posto è andato al keniano Rodgers Mayo ha vinto in 27’00”  davanti ai connazionali Robert Ndiwa (27’11”) e Paul Tiongik (27’33”). Repetto ha chiuso i 9.6 chilometri in 30’15” con uno dei migliori risultati liguri di tutti i tempi sulla distanza. Una bella impresa.

Un grande Enrico Imberciadori (al record personale) ha vinto domenica 14 ottobre la Mezza Maratona di Novi Ligure (Al) con 1h10’25” che sa di affermazione importante , davanti a un mezzofondista di buon valore come il piemontese Flavio Ponzina (Brancaleone Asti), alla fine staccato di più di due minuti. Imberciadori ha davvero vissuto una giornata positiva, confermandosi adatto alla distanza di 21,096 chilometri (ricordiamo il secondo posto alla Mezza di Genova). Buon ottavo Jairo Vicente Zambrano Zambrano (Emozioni Sport), che ha chiuso sul filo di 1h14’00”. In campo femminile grande crono di Elisa Stefani (Brancaleone), prima in 1h14’28”. Terza con ottimo riscontro cronometrico  la giovane Iris Baretto (Trionfo Ligure), 1h24’35”.  Nella 14 km da notare la vittoria femminile di Silva Dondero (Maratoneti Genovesi) con 56’01”.

 

https://www.mysdam.net/events/event/results_42116.do

 

Tre uomini in fuga, alla fine solo Gebrehanna Savio primo: potrebbe essere questo il commento al 12° Giro delle Mura di Loano (Savona), gara di dieci chilometri a circuito avversata per lunghi tratti, domenica 14 ottobre,  da un vento contrario che ha appesantito i responsi cronometrici. Savio, allungando a 800 m dalla fine, ha respinto gli attacchi del pur forte Mohamed Rity e del sorprendente Dennis  Capillo (Sanremo Runners). In campo femminile assolo della lombarda Claudia Gelsomino (Cardatletica), autrice di 36’45” a 45 anni. La sua verve ha costretto al secondo posto l’ex azzurra di cross Laura Papagna, martina Rosati, e due alfiere della Cambiaso Risso come Stefania Agnese e Chiara Poli.

 

https://www.tds-live.com/ns/index.jsp?pageType=1&id=10285

 

Indubbiamente “Stragenova del cuore” ha lasciato un segno. Domenica 14 ottobre 5000 runner hanno preso parte alla manifestazione podistica di sei o quattro chilometri organizzata da “Il Secolo XIX” e dall’Uisp nel ricordo del 14 agosto e con lo scopo di raccogliere fondi per gli sfollati. Il percorso, dalla prossimità della Sala Chiamata (zona San Benigno) si è snodato verso Sampierdarena, laddove i partecipanti potevano ancora vedere, da lontano, i terribili monconi del Ponte Morandi. “ E’ stato uno spettacolo vedere tanti al via oggi- ha detto il primo cittadino, Marco Bucci- tutti accomunati da una volontà di riscatto che va al di là di convinzioni politiche e ideologie”. Forse non tutti sanno che Marco Bucci, in gioventù, è stato mezzofondista di discreto valore. Testimone il vostro redattore, che si ricorda ancora un lavoro in pista: 8x600 in 2’00” con recupero di 400 m. “La corsa mi ha insegnato l’etica del lavoro, dell’impegno- ci ha detto- solo così Genova rinascerà. Anzi, correrà più veloce di tutti”.Il messaggio è stato raccolto da tutti i gruppi podistici locali (citando in ordine sparso: Delta, Maratoneti Genovesi, Zena Runners, Peralto, Città di Genova, Podistica Valpolcevera, e mi scusino se ho dimenticato qualcuno), accomunati da una grande energia di rinascita, non solo di corsa.

Prosegue la Saga di Giuseppe Lombardo, che sabato 13 ottobre a Celle Ligure (Sv), nel corso dell’incontro dell’Amicizia , ha realizzato la migliore prestazione ligure M60 sulla distanza spuria dei 200 hs in 38”84. Non contento, “Pino” ha trascinato la staffetta svedese (100/200/300/400) dei Maratoneti Genovesi alla nuova migliore prestazione di categoria con 2’52”. Suoi compagni d’avventura Vito Tummarello, Claudio Schiappacasse e Roberto Balostro. “That’s incredible!”.

Sabato 13 ottobre le cose migliori del 24° Incontro dell’Amicizia, disputato sulla pista di Celle Ligure (Sv), sono venute dalla velocità. La 25enne spezzina Rita Ricciotti (Duferco) si è affermata sulla distanza spuria dei 300 in 41”12 davanti alla consocia Rachele Gerardi, 43”90.  Ricciotti di nuovo in evidenza nei 150 m, vinti in 19”07 (0.0) davanti alla consocia junior Alessia Vatteroni, 19”42. Dominio targato Duferco anche negli 80 m, dove Elena Arena sfreccia in 10”21 e vince davanti all’allieva Matilde Brozzo, 10”53 (0.0). Da notare anche la nuova migliore prestazione ligure juniores sui 3 km di marcia (13'28"21) ad opera di Mattia Braggio (Città di Genova).Nei 600 uomini grande affermazione per l’allievo Alessandro La Mantia (Duferco), che chiude in 1’22”00 davanti al fratello Andrea, 1’22”11, non lontano dalla migliore prestazione regionale del varazzino Daniele Capezio  (1’21”7). Nei 300 m uomini vittoria di Adeshola Ayotade (Trionfo Ligure) in 35”05. Nel mezzofondo affermazione della famiglia Bado, per la felicità dell’Atletica Arcobaleno, organizzatrice dell’evento: Riccardo si impone in 5’40”74 nei 2000 m; la sorella Aurora lo imita con 6’39”97. Nei 150 m uomini primo posto dello junior  Luca Biancardi (Arcobaleno) con 16”70 (0.0). Arcobaleno che spunta quando Francesco Rebagliati coglie il primo posto nei 200 hs in 25”91 (0.0). Alla manifestazione hanno preso parte gli spagnoli del Palafrugell e gli elvetici del Bernex .