IL NUOVO PERCORSO DELLA 14° MEZZA MARATONA INTERNAZIONALE DELLE DUE PERLE

Un nuovo percorso che renderà ancora più bella e affascinante la 14° Mezza Maratona delle due perle, in programma domenica 3 febbraio a Santa Margherita Ligure  (Ge). Proprio così: la terribile mareggiata dello scorso 29 ottobre ha eroso e fatto crollare in maniera devastante la splendida carrozzabile che collegava Santa a Portofino, “le due perle” toccate dalla corsa, ma non ha certo fiaccato la voglia di riprendersi e di organizzare una delle mezze maratone più belle del mondo.E laddove c’è una volontà…..Nicola Fenelli, manager della corsa e l’Amministrazione Comunale di Santa Margherita Ligure, fin dai terribili giorni immediatamente seguenti la catastrofe ambientale, hanno manifestato la volontà di organizzare la gara. E questo in giornate nelle quali la disperazione   per tutto quello che era stato distrutto dalla furia del mare sembrava avere il sopravvento.Fenelli e gli amministratori locali si sono messi a lavorare insieme,  a studiare soluzioni alternative, scelte obbligate perché un cospicuo tratto della strada (dalla Cervara fino a Portofino) è stato distrutto. E il percorso è stato trovato proprio in questi giorni: la soluzione testimonia come la mezza maratona sia entrata nel cuore di tutti i cittadini sammargheritesi , costituisca da anni un punto di riferimento importante, e nel contempo un biglietto da visita, una cartolina non solo sportiva, ma turistica. Vitale, per l’edizione numero 14. La vita che continua, la corsa che continua : elementi vitali, che vanno a significare la rinascita di un vero territorio. La prossima settimana gli organizzatori della corsa e l’Amministrazione Comunale di Santa Margherita  avranno un incontro molto importante per la definizione del tracciato di gara .Domenica 3 febbraio 2019: il Tigullio si riscatta.

Danilo Mazzone- Addetto Stampa

Nonostante il gelo e il freddo, una cinquantina di runner, giovedì 13 dicembre, hanno dato vita ai “Diecimila di Natale”, organizzati dal Team 42.195 di Pino Vitello e soci. Tecnicamente il dato più interessante è venuto dal rientro agonistico (ufficioso) dell’azzurra Emma Quaglia, che  ha vinto fra le donne in un agevole 37’51”, terza assoluta. Fra gli uomini primo posto di Giovanni Tornielli della Podistica Peralto in 36’06”. Un’iniziativa che ha rilanciato le sorti di una gara (i 25 giri su pista) obiettivamente diventata una “cenerentola” del panorama sul tartan. Alla fine, brindisi augurale davvero meritato per tutti. Uomini: 1° Tornielli (Peralto) 36’06”; 2° Vitello (Team 42.195) 36’56”; 3° Scognamillo (Peralto) 37’51”. Donne: 1° Quaglia (Cambiaso Risso) 37’51”; 2° Balostro (Maratoneti Genovesi) 43’52”; 3° Pusiol (Maratoneti Tigullio) 45’22”.

Domenica 9 dicembre  si è corso in Barhain l'ironman 70.3. Erano presenti due atleti liguri di ottimo livello come Danilo Cinarelli e Alice nattero: “ La gara è stata vinta dal norvegese Kristian Blummenfelt in 3h29'04'' nuovo record mondiale sulla distanza- sono le parole di Cinarelli-io ho partecipato alla gara tra gli age-group;  dopo una buona frazione di nuoto chiusa in 29' 18'' ed un ottima bici a 38.9 di media che mi vedevano al secondo posto di categoria dopo il 10 km di corsa in cui avevo una proiezione sulla mezza di 1h24 ho avuto problemi intestinali che mi hanno fatto rallentare e fermare per diversi minuti. Ho comunque chiuso la mezza in 1h36 con un tempo totale di 4h28'24'' che mi ha posizionato 85 assoluto e 7 di categoria che mi ha valso la qualificazione ai mondiali ironman 70.3 che si terranno il 7e 8 settembre a Nizza. Tra le donne ha vinto l' inglese Holly Lawrence in 3h59'20 Era presente in gara la triathleta genovese Alice Nattero che già 2 anni fa aveva partecipato e aveva conquistato il primo posto di categoria. Ieri Alice è riuscita a portarsi a casa un ottimo 24 posto assoluto e 5 di categoria che anche a lei è valso la qualificazione ai mondiali di Nizza. La sfida più dura però per entrambi è stata oggi quando ci siamo diretti all'ambasciata italiana in Barhain dove siamo convolati a nozze “

 

Domenica 9 dicembre (terza gara del genere nel giro di un mese in Liguria) si è disputata la Maratona di Sanremo (Im). Non molto alta la partecipazione, forse penalizzata dalla coincidenza di altre maratone : alla fine a vincere ci ha pensato il francese Francois Holzerny , assiduo frequentatore di corse su strada nel Nizzardo, che ha dominato la prova in 2h30’07”, davvero non male per un 45enne. Secondo l’ex azzurro di corsa in montagna Gabriele Abate (Valsusa), 2h38’41”. Fra le donne successo della svizzera Karen Shulteiss in 2h59’59”. Era prevista anche una gara di dieci chilometri: vittoria del sanremese Dennis Capillo in 34’05” davanti al campione regionale in carica dei 10000 m su pista Luca Olivero (Foce), 34’41”. Fra le donne affermazione di Sara Trevisan in 40’12”.

 

https://live.idchronos.it/it/risultati/183/maratona-di-sanremo

 

11° TRAIL DI PORTOFINO- VINCONO LUCA ARRIGONI E RACHELE YOUNG

Grande successo, domenica 9 dicembre, per l’undicesimo Trail di Portofino, organizzato a Santa Margherita Ligure (Ge) dall’Atletica Due Perle: oltre trecento i runner coinvolti nella partecipazione a una gara splendidamente illuminata dal sole, in uno scenario che ha reso indimenticabile, per le vedute panoramiche , il percorso gara nel Parco Nazionale. “Vorrei sottolineare lo spirito trail- dice Nicola Fenelli, organizzatore- che ha permeato di sé la giornata. Il livello agonistico è stato elevato, ma al contempo tutto si è svolto in un clima di fraternità, con i partecipanti che cercavano di correre insieme e aspettavano chi si attardava”. Fraternità e solidarietà, visto che i proventi delle iscrizioni della Marcia Arcobaleno, manifestazione svoltasi in contemporanea, sono andati alle associazioni sportive danneggiate dalla mareggiata del 29 ottobre scorso. Restando all’aspetto agonistico,  i primi posti sono andati rispettivamente a Luca Arrigoni (Altitude Race) in 1h41’24” (21.4 km) e a Rachele Young (Val Chiusella), 2h10’57”. Dietro a Arrigoni si sono piazzati, nell’ordine, Pablo Barnes, 1h48’22”, e Federico Capurro (Berg Team), 1h48’58”. In campo femminile , seconda l’azzurra Virginia Oliveri ,2h13’25”, e terza la genovese Monica D’Urso (Sisport), 2h16’54”. La manifestazione è stata organizzata dall’Atletica Due Perle con la collaborazione delle amministrazioni comunali di Santa Margherita Ligure, Portofino, Camogli e dell’ente Parco.

 

 https://www.tds-live.com/ns/index.jsp?pageType=1&id=10458

Danilo Mazzone- Addetto Stampa

Luca Arrigoni (Altitude Race)  e la piemontese Rachele Young (Val Chiusella) hanno vinto domenica 9 dicembre l’undicesimo Trail di Portofino a Santa Margherita Ligure (Ge), disputato in una magnifica giornata di sole che ha fatto sembrare ancora più belli i sentieri del Monte. Arrigoni ha preceduto al traguardo l’italo argentino Pablo Barnes, un nome delle ultramaratone ve dei trail, e terzo è stato un altro ligure, Federico Capurroi (Berg Team). Quarto Alberto Ghisellini e quinto Enrico Deferrari (Sisport), altro nome del trail italiano.Fra le donne la vittoria è andata a Rachele Young della Val Chiusella, mentre seconda è stata  la fortissima Virginia Oliveri e terza la genovese della Sisport Monica D’Urso.

Notizia comparsa su "Sportweek", supplemento del sabato de "La Gazzetta dello sport" di sabato 8/12/2018

Ludovica Cavalli della Trionfo Ligure domenica 9 dicembre si è piazzata al 22° posto dei Campionati europei di corsa campestre (categoria Under 20) a Tilburg (Olanda). Ludovica ha colto un bel piazzamento in una giornata molto positiva per i colori azzurri, caratterizzata dalla magnifica vittoria individuale della trentina (figlia d’arte) Nadia Battocletti. In una giornata fredda, su un percorso pesante, caratterizzato anche dalla presenza di ostacoli come tronchi di legno, la partenza è stata molto veloce, sotto la spinta dell’olandese Blokhuis e dell’irlandese Cotter. Nadia Battocletti, dopo otto minuti di corsa, è riuscita a scremare il gruppo mentre Ludovica risaliva dalla trentesima alla ventitreesima posizione. A circa 600 m dalla fine la Battocletti ha strappato in maniera decisiva, resistendo al finale della svizzera Delia Sclabas e vincendo il primo titolo importante in carriera. Ludovica è stata terza delle italiane in 14’25” (dopo quattro chilometri) e 22° assoluta. L’Italia  femminile under 20 è  stata quinta (a soli due punti dal podio!) nella classifica dominata dalla Gran Bretagna.

Buona qualità sabato 8 dicembre nella Corricelle di Celle Ligure (Sv), corsa su strada che ha richiamato 104 partenti, in una splendida giornata di sole nella cittadina di Ponente, che ha visto ancora una volta confermata l’accoppiata sport-turismo grazie all’impegno del Centro Atletica locale gestito dall’inesauribile Giorgio Ferrando. A neanche una settimana dall’esordio in maratona, Gebrehanna Savio (Cambiaso Risso)  si è dimostrato ancora una volta performante riuscendo a vincere davanti all’eterno Valerio Brignone. Fra le donne passerella per Aurora Bado. La giovane figlia d’arte è stata particolarmente a suo agio su un circuito ricco di ripartenze e curve, in parte ricavato sul lungomare. Uomini (km 6): 1° Savio (Cambiaso Risso) 19’13”; 2° Brignone (Cambiaso) 19’44”; 3° Di Molfetta (Arcobaleno) 20’14”; 4° Bado (Arcobaleno) 20’22”; 5° Ferrua (Albenga Runners) 20’57”; 6° Profumo (Emozioni Sport) 21’10”; 7° Faranda (Asd Sassello) 21’20”; 8° Benaddir (Arcobaleno) 21’35”. Donne: 1° Bado (Arcobaleno) 22’39”; 2° Ferri (Mercurio Novara) 23’52”; 3° Hero (Arcobaleno) 24’17”; 5° Sprenger (Cus) 24’35”.

Dominio gialloblu sabato 8 dicembre in occasione della cronoscalata Acqui Terme-Lussito-Cascinette, con 84 concorrenti al via ma solo due i vincitori, ossia Corrado Pronzati e Silva Dondero dei Maratoneti Genovesi. Per Pronzati un primo posto senza problemi in 11’57” dopo circa tre chilometri di salita: “Non avrei pensato di migliorare il record personale- dice- anche perché la preparazione aveva come obiettivo immediato la Maratona di Pisa. Sono contento”. Silva Dondero ha preceduto di circa trenta secondi l’ex azzurra di marcia Rossella Giordano in 15’15”. Uomini: 1° Pronzati (Maratoneti Genovesi) 11’57”; 2° Pia (Castell’Alfero Asti); 3° Picollo (Maratoneti); 4° Mollero (Città di Genova); 5° Scognamillo (Peralto). Donne: 1° Dondero (Maratoneti Genovesi) 15’15”; 2° Giordano (Brancaleone Asti) 15’45”; 3° Balostro (Maratoneti Genovesi). Per quanto riguarda i piazzamenti di categorie- Maschili- M50: 2° Schepis (Maratoneti). M60: 1° Lombardo (Maratoneti); 2° Balostro (Maratoneti). M65: 1° Bacigalupo (Maratoneti). Femminili-49/54: 1° Bacanu (Maratoneti). Più di 55: 1° Scaramucci (Maratoneti); 4° Moi (Maratoneti); 5° Torre (Maratoneti)