Trail del Monte di Portofino, 8 dicembre 2019

Mezza delle Due Perle, 2 febbraio 2020

Risultati Meeting di Brugnera

A Brugnera Bamoussa e la Carmassi bissano il 2021

Bellissima edizione del Meeting Internazionale su pista Città di Brugnera, quella della maggiore età. La 18esima volta del meeting friulano, sempre molto amato dal movimento nazionale, ha visto molti risultati importanti pur in assenza di tanti azzurri, in gara oltreoceano nella rassegna mondiale. E in attesa di conoscere i risultati da Eugene e fare il tifo per gli azzurri, a Brugnera si è assistito a molte gare di grande interesse.Negli 800 metri torna a risplendere la luce dell’azzurro Enrico Riccobon. Il portacolori della società organizzatrice ha conquistato la vittoria al termine di una bellissima sfida con il croato Marino Bloudek, chiudendo in 1’48”21 davanti al rivale in 1’48”67. La vittoria di Riccobon ha fatto il paio con quella di Abdoullah Bamoussa, che sui 3000 siepi ha bissato il successo dello scorso anno sbaragliando la concorrenza kenyana. 8’43”93 il tempo dell’azzurro che punta a qualificarsi per gli Europei di Monaco, con Laban Kipkemboi (Atl.Cisternino) a quasi 14” (8’57”51) e Albert Kipchirchir (Atl.Virtus Lucca) più lontano in 9’04”86.Grande spettacolo sui 100 metri, andati a Michael Dwabena Kyereme (Atl.Montanari Gruzza) in 10”78 con un fortissimo vento contrario, -2,4. Secondo Mame Moussa Ndiaye (Atl.Pianura Bergamasca) in 10”92. Ventilazione molto più mite fra le donne, -1,1 e ancora successo per Giada Carmassi (Atl.Brugnera Friulintagli) come lo scorso anno, 11”92 il tempo a beffare per 3 centesimi la compagna di colori Giorgia Bellinazzi che aveva ottenuto il miglior tempo nelle batterie. Come nel 2021, la Carmassi non si è accontentata e ha portato a casa anche i 100 hs in 13”17 tenendo lontana la slovena Joni Prezelj Tomicic (13”63). Era già successo lo scorso anno e anche questa volta la Croazia ha mandato a Brugnera una pattuglia di atleti molto qualificati, che hanno raccolto il successo nei 400 femminili con Veronika Drljacic in 54”43 e nei 110 hs maschili con Alle Likas Cik in 14”44 (vento -2,0). Nel lungo femminile primo posto per Carol Zangobbo (Assindustria Sport) con 6 metri netti (+1,2), nel disco maschile non ha fallito l’appuntamento col successo Enrico Saccomano (Atl.Malignani) con una bordata di 58,73 metri, nell’alto prima piazza per Manuel Lando (Aeronautica) con 2,17, stessa misura ma con maggior numero di errori per il francese Sebastian Micheau e per l’ex campione europeo indoor Silvano Chesani (FF.OO.). Ancora una volta l’Atl.Brugnera Friulintagli ha realizzato un pomeriggio di grande atletica, con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia, della Provincia di Pordenone e dei Comuni di Pordenone e Brugnera. Il meeting sarà interamente trasmesso sulle reti Italia7 Gold e Telefriuli.

Login