Trail del Monte di Portofino, 8 dicembre 2019

Mezza delle Due Perle, 2 febbraio 2020

Cento metri femminili di grande qualità a Savona!

Cento metri tutti da vivere anche in campo femminile all’11esimo Meeting internazionale Città di Savona. L’appuntamento in programma mercoledì 18 maggio a partire dalle ore 16:15 (diretta su Rai Sport dalle ore 17:25 alle ore 19:00), avrà i 100 metri donne tra i propri piatti forti: in chiave azzurra ai blocchi si porteranno le due velociste più in vista del momento. Da un lato ci sarà Zaynab Dosso (Fiamme Azzurre), reduce da uno straordinario inverno indoor che l’ha portata al record italiano dei 60m in 7.14: la 22enne reggiana di origini ivoriane sui 100m vanta un personale da 11.43 e due titoli italiani Assoluti. Dall’altro c’è Vittoria Fontana (CS Carabinieri), 21enne varesina campionessa d’Europa Under 20 sulla distanza tre anni orsono: da battere c’è un personale da 11.33 e i riscontri recenti (a partire dalla miglior prestazione Italiana assoluta con 16.99 a Milano il 30 aprile) dicono che la missione è possibile. Fontana lo scorso anno ai Giochi fu tra le artefici del record italiano della 4x100: di quel gruppo sarà sui 100m a Savona pure Gloria Hooper (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco), un PB da 11.24. Nel gruppo della staffetta veloce azzurra è entrata anche Aurora Berton (Libertas Friul Palmanova), una delle rivelazioni dell’inverno in sala con un personale a 7.28 sui 60m e la convocazione in Nazionale per i Mondiali: nel mirino il personale a 11.56. Lo sprint puro a Savona godrà anche della presenza di un’atleta a medaglia ai Giochi: si tratta di Daryll Neita, 10.93 di personale corso nel 2021 al Letzigrund di Zurigo. La britannica vanta una fantastica “collezione” di medaglie con la 4x100 UK: due bronzi olimpici (Rio e Tokyo), due argenti mondiali (2017 e 2019) e un argento europeo (2016). Al via anche l’altra britannica Beth Dobbin (11.46 di personale), l’olandese Jamile  Samuel (11.10 di PB, oro con la 4x100 agli Europei 2016) e la svizzera Salomé Kora (11.12 di primato e quarta a Tokyo con la 4x100 elvetica). Neita, Dobbin e Samuel, impegnate anche sui 200mnon correranno l’eventuale finale liberando tre eventuali ulteriori posti tra le top 6. Sempre a proposito di 100m femminili, il meeting si aprirà con la rivincita della finale paralimpica con Ambra Sabatini, Martina Caironi e Monica Contrafatto, ovvero oro, argento e bronzo categoria T63: sarà un altro momento di grande spettacolo alla luce anche del recentissimo record del mondo stampato da Sabatini sui 200m con 29.87.

 

 

Tornando all’atletica “olimpica” nel cartellone confezionato dal direttore del meeting Marco Mura ci sarà anche un 400 metri femminile decisamente internazionale: la stella è Anabel Medina Ventura, argento con la Repubblica Dominicana a Tokyo nella 4x400 mista e accreditata di 51.74.Sono tante le candidate al successo, dalla britannica Amarachi “Ama” Pipi (51.08 di personale e una finale olimpica nella 4x400 donne a Tokyo) alla francese Sokhna Lacoste (51.72 di personale), dall’altra dominicana Fiordaliza Cofil (52.10 in carriera) all’ugandese Leni Shida (detentrice del record nazionale con 51.47). In chiave azzurra ci sarà Raphaela Lukudo (CS Esercito).

Login