Trail del Monte di Portofino, 8 dicembre 2019

Mezza delle Due Perle, 2 febbraio 2020

Chi era Steve Prefontaine?

Domenica 30 giugno a Stanford (Usa), Filippo Tortu fa la sua prima comparsa negli States in occasione del Prefontaine Classic. Ma chi era Steve Prefontaine? "Pre", come è noto nel mondo del running, è ancora un mito. Con uno stile irruente di correre (subito in testa a dettare il ritmo e a cercare di stroncare tutti gli altri) si guadagnò una fama quasi eterna presso tutti gli appassionati. Fu capace del record americano dei 5000 (13'30"4) negli anni settanta. "Ecco che passa Steve, il ragazzo che corre sempre", commentava la gente dell'Oregon. E Prefontaine correva forte anche nella finale dei 5000 m all'Olimpiade di Monaco di Baviera, settembre del 1972.E' lui a infiammare gli spalti quando, con un penultimo giro in sessanta secondi, si presenta primo alla campana. Dietro di lui, il belga Puttemans, il finlandese Viren, il tunisino Gammoudi. E Steve è ancora in testa a 300 m dalla fine, ma l'incurvarsi della sua schiena è come un presentimento. A 200 m dal traguardo Lasse Viren lo sorpassa insieme con Gammoudi. Steve sembra in possesso del terzo posto, ma a dieci metri dalla fine lo sorpassa l'inglese Ian Stewart. Medaglia di legno! Il mito del "magnifico perdente", del corridore incapace di calcoli, lo rende un eroe. Fino al triste epilogo del 30 maggio 1975, quando "Pre" muore in incidente stradale. Finisce una vita, inizia un altro mito, quello del "re corridore".   

Login