Trail del Monte di Portofino, 8 dicembre 2019

Mezza delle Due Perle, 2 febbraio 2020

46 anni fa il record di Fiasconaro sugli 800 m

Veniva dal rugby, e da quello sport trasse l'abitudine al confronto, allo spirito garibaldino delle fughe, delle volate.Nato a Città del Capo (Sudafrica), ma con sangue italiano, Marcello Fiasconaro già al suo arrivo in Italia conquistò tutti con la sua simpatia , ma anche con lo spirito guascone con il quale interpretava le gare: partenze forti (o folli?) in grado di spaventare gli avversari. Appena arrivato in Italia stabilisce il record italiano dei 400 m in 45"5. Agli Europei di Helsinki del 1971 "March" parte grande favorito. Sembra controllare la gara fino a 100 m dalla fine, poi subisce il ritorno dell'inglese Dave Jenkins ed è argento. Ma ormai Fiasconaro è lanciatissimo: due anni dopo, all'Arena di Milano,  il  27 giugno 1973, nel corso di Italia-Cecoslovacchia, parte lancia in resta con passaggi monstre: 25"0-51"2-1'16"5- 1'43"7 nuovo record mondiale! Joszef Plachy tenta timidamente di resistergli, ma a 200 m dalla fine ammaina bandiera bianca. Per dire dell'impresa, ci vorranno 17 anni perchè Andrea Longo uguagli il record di Marcello 

Login