Si può dire che l’edizione del Miglio di Genova di sabato 27 aprile è stata da record: abbiamo provato a fare un po' di statistiche: intanto in campo maschile è venuta la migliore prestazione, grazie a 4’13” di Stefano Guidotti Icardi del Cus Torino. Una sorta di volata dal primo all’ultimo metro, una vittoria mai in discussione arrivata con una decina di secondi nei confronti del pur bravo Carlo Pogliani della Cambiaso Risso. I primi cinque sono scesi sotto il limite dei 4’30”, e sfidiamo un’altra gara del genere in Italia a avere una tale profondità di risultati. In dieci sotto un altro limite importante, ossia quello dei 4’40”.In 20 sono riusciti nell’impresa di un tempo under 5’00”. Primo della categoria promesse Matteo Marcello (Cambiaso Risso); primo junior Pietro Rolando (Trionfo Ligure); primo allievo Sirio Dettori (Trionfo Ligure); primo cadetto Abdi Bambi (Don Bosco). Da notare, per quanto riguarda le categorie master, il primo posto fra gli over 60 di Giuseppe Lombardo (Maratoneti Genovesi), sempre impeccabile con 5’17”. Fra le donne vittoria della F35 Martina Rosati (Trionfo Ligure) con 5’08”. Prima “promessa” Iris Baretto, sua consocia, seconda assoluta. Di rilievo la prestazione di Laila Hero (Arcobaleno), terza assoluta.In sette sono scese sotto i sei minuti: rientrano in tale sezione la prima allieva (Aurora Tagliafico, Atletica Arcobaleno) , la prima cadetta (Sara Ierardi del Città di Genova), e la forte F45 Rose Starreveld (Delta).In 115 al traguardo: quantità e qualità.Le Frecce Zena possono essere soddisfatte.

Mercoledì 1 maggio un runner instancabile come Gabriele Benedetti (Avis Castelnuovo Magra) si è imposto in 35’24” (10 km) nella “Sindaci for Meyer” a Barbarasco di Aulla (Ms), gara inserita nel circuito Corrilunigiana. Alla sue spalle secondo Alberto Giannoni (Atletica Pietrasanta), 36’35” e Davide Pruno (Arci Favaro), terzo in 37’00”. Fra le donne successo della reggiana Isabella Morlini (Avis Castelnuovo), abituata a “incursioni” in Liguria in 39’42” davanti a Luciana Bertuccelli (Avis), idolo di casa, 42’10”.

https://www.mysdam.net/events/event/results_46081.do

 

Domenica 5 maggio il ruandese John Hazikamana è il grande favorito della 49° Corsa al Faudo. Spera di essere il primo a tagliare il mitico traguardo di 24,9 chilometri sulla vetta delle Alpi Marittime. Hazikamana ha già un certo feeling con la Liguria, avendo vinto a marzo la Savona Half Marathon. Con lui l’azzurro di ultramaratona Lorenzo Trincheri, detto il “camoscio” di Dolcedo (sulla strada della gara), e il rientrante Khalid Ghallab del gruppo Città di Genova. Fra le donne un nome che non ha bisogno di presentazioni: Emma Quaglia. L’alfiera della Cambiaso Risso riprende la strada dei percorsi impegnativi….Al via anche Viviana Rudasso, che forma con Ghallab una coppia di runner di valore.  

Al solito è stato molto partecipato “Festa dell’atletica”, meeting disputato il 1 maggio sulla pista di Mondovì (Cuneo).Tra i liguri in gara Andrea Delfino (Cus) è stato secondo nei 200 m con 21”72 (-0.2), tempo che, a oggi, è la migliore prestazione regionale sulla distanza. Interessanti gli 800, dove Alessio Padula (Arcobaleno) ha colto l’argento con 1’56”33; quarto, a dimostrazione di un buon momento, Samir Benaddi (Arcobaleno, j) in 1’57”96. Mei 200 donne è stata quinta Deborah Nemin (Arcobaleno) con 25”83 (-0.1).

Diversi atleti di livello nazionale al limite dei 18  anni sono iscritti alla prima prova dei campionati liguri societari allievi in programma sabato 4 e domenica 5 maggio sul sintetico di Boissano (Savona). Da qualche anno la pista di 400 m di località Marici è al centro dell’attività outdoor ligure, e sarà così anche nel prossimo intenso fine settimana. Nel mezzofondo veloce da vedere all’opera Marco Zunino (Arcobaleno), di recente campione italiano indoor, quindi nei 1500 confronto al vertice fra Andrea Azzarini (Trionfo Ligure) e Nicolo Scarlino (Maurina); Aurora Bado (Arcobaleno) darà il contributo prezioso per la causa del team savonese  nelle corrispettive gare femminili. Una delle atlete più in forma del momento come Chiara Smeraldo (Maurina), è iscritta sui 200 insieme con la cussina Aurora Greppi.Interessanti anche le competizioni del martello con Davide Costa (Cus) e Ilaria Marasso (Trionfo) impegnati nel martello. Negli ostacoli sarà interessante vedere all’opera Anabel Vitale (Arcobaleno ) e Riccardo Berrino (Cus).

Una grande Ludovica Cavalli della Trionfo Ligure conquista il quarto posto nel Trofeo Opitergium di corsa su strada (5 km) disputato mercoledì 1 maggio a Oderzo (Treviso) , e spinge l’Italia under 20 sul gradino più alto del podio. Proprio così: in una giornata calda, su un circuito di saliscendi che mette in crisi molte, Ludovica parte saggiamente, recupera posizioni su posizioni ed è seconda azzurra. Si supera a campionessa europea under 20 di corsa in montagna Angela Mattevi, seconda assoluta, e così, grazie al piazzamento di Elisa Ducoli, quinta, l’Italia under 20 conquista il gradino più alto del podio in campo femminile.Il tutto nel contesto di un incontro su strada che, a parte qualche nazione, poteva essere considerato un Europeo.Gareggiavano, ad esempio, Repubblica Ceca, Armenia, Francia, Irlanda, e altre ancora.Un’altra esperienza di grande valore.

Una grande Ludovica Cavalli della Trionfo Ligure conquista il quarto posto nel Trofeo Opitergium di corsa su strada (5 km) disputato mercoledì 1 maggio a Oderzo (Treviso) , e spinge l’Italia under 20 sul gradino più alto del podio. Proprio così: in una giornata calda, su un circuito di saliscendi che mette in crisi molte, Ludovica parte saggiamente, recupera posizioni su posizioni ed è seconda azzurra. Si supera a campionessa europea under 20 di corsa in montagna Angela Mattevi, seconda assoluta, e così, grazie al piazzamento di Elisa Ducoli, quinta, l’Italia under 20 conquista il gradino più alto del podio in campo femminile.Il tutto nel contesto di un incontro su strada che, a parte qualche nazione, poteva essere considerato un Europeo.Gareggiavano, ad esempio, Repubblica Ceca, Armenia, Francia, Irlanda, e altre ancora.Un’altra esperienza di grande valore.

Il piemontese Alessandro Arnaudo e Silva Dondero dei Maratoneti Genovesi mercoledì 1 maggio si sono imposti brillantemente nella “Bi.Bi”, corsa su strada articolata su due distanze a Borghetto Santo Spirito. Non contiamo più le affermazioni di Silva Dondero; davvero instancabile e brava nel chiudere i 10 km in 38’37”. Sulla distanza più corta vittoria del giovane Alessio Trincheri (Run Riviera Run) davanti a Massimo Cavanna (Maratoneti Genovesi), in progresso di condizione.

Iacopo Musso, figlio d’arte (il padre è stato un valente scalatore), ha colto il primo posto per i colori della Vittorio Alfieri Asti nel Giro dei Mocchi di Vignole Borbera (Al), dura competizione che ha come scenario il “landscape” delle formazioni geologiche caratteristiche di una parte della Valle Scrivia. A Vignole, mercoledì 1 maggio, la “festa del lavoro muscolare” è stata celebrata appunto da Musso davanti al grimpeur del Berg Team Federico Capurro (Vallecscrivia), un nome emergente.Terzo il triathleta laziale Senor (Ladispoli). In campo femminile affermazione di Martina Rosati (Trionfo Ligure), fresca campionessa regionale dei 10000 m, davanti alla consocia Iris Baretto. Genovesi in evidenza nelle categorie: primo nella M65 mauro Bianchi (Cambiaso Risso) davanti a Bartolomeo Bacigalupo (Maratoneti Genovesi) e a Mario Codella (Cambiaso);nella F60 primo posto di Silvia Bolognesi (Cambiaso); nella M50 argento di Enrico Vaccari (Maratoneti Genovesi); nella 40/54 seconda Maria Rosa Ferrando (Maratoneti Genovesi); nella F55 terza Giovanna Moi (Maratoneti).   

Allegati:
Scarica questo file (13° GIRO DEI MOCCHI.xls)13° GIRO DEI MOCCHI.xls[ ]75 kB

Silvano Repetto del Delta Spedizioni mercoledì 1 maggio ha fatto sua “Pe i strazetti de voje”, corsa che si sviluppa sui saliscendi e nelle viuzze di una frazione di Serra Riccò: “E’ stata una bella lotta con Oscar Rebora, alla fine sono riuscito a allungare e a vincere”. Argento, appunto, per il triathleta Oscar Rebora (Zena Tri Team). Fra le donne altro primo posto per Laila Hero (Arcobaleno): “La mi gara preferita? La mezza maratona. Però mi piace misurarmi su questi percorsi. Ringrazio il mio allenatore (l’ex mezzofondista di buon valore Giorgio Fazio-ndr), che mi ha fatto migliorare molto”.

Allegati:
Scarica questo file (CLASSIFICA_2019.xls)CLASSIFICA_2019.xls[ ]36 kB

Il Giro del Monte Reale ha fatto storia. Grandi nomi della corsa in montagna italiana come Giupponi, Bonzi, Rovedatti, Lizzoli sono sfrecciati sugli ultimi chilometri da “stuntmen”, che portano dalla vetta del Monte Reale sopra Ronco Scrivia (circa 900 metri a strapiombo) fino al centro della cittadina della Valle Scrivia. E sarà così, con una veste rinnovata, domenica 2 giugno. Ospite d’eccezione sarà marco Olmo, un mito del trail nel Mondo.Una 34° edizione agonistica, panoramica, con visioni da Liguria antica e da cartolina, con il sapore di una conquista.

Domenica 28 aprile si sono svolti a Boissano (Sv)i campionati liguri di staffette su pista. Tecnicamente il risultato più interessante è venuto dalla 3x1000 cadette della Duferco Spezia, che ha vinto in 10’03”35 (Panettieri, Rebocchi, Sarti). Bella lotta nell’analoga competizione maschile con primo posto del gruppo Città di Genova (Russo, Parodi, Zampiga) in 9’03”81 davanti ai pari età spezzini. Nella 4x100 cadetti affermazione della Duferco Spezia con 48”69 (Viviani, Maggetti, Giancola, Ribolla). Nella 4x100 cadette primo posto dell’Atletica Varazze (Piccardo, Codino, Bongiovanni, Crovetto) in 53”12. Nella 4x100 assolta uomini primi gli allievi dell’Arcobaleno Savona (Zanellati, Cavagna, Marello, Morando) in 46”51. Fra le donne vittoria delle allieve della Trionfo Ligure (Benzi, Molinari, Sinesi, Andorno) con 52”44. Nelle gare di contorno Simone Luminoso (Trionfo Ligure) ha vinto l’alto con 2.00.

http://www.fidal.it/risultati/2019/REG20306/Index.htm