Domenica 10 febbraio a Arenzano si è svolta una corsa su strada classica  del periodo invernale come la Camminata del Roccolo, dieci chilometri di saliscendi continuo. Un percorso che ha visto la brillante performance di Silvano Repetto (Delta), primo davanti all’eterno Carlo Rosiello. Repetto ha effettuato un test gara in vista della Mezza Maratona di Nizza Monferrato. In campo femminile nessun problema per l’inesauribile Silva Dondero, addirittura ottava assoluta. Uomini: 1° Repetto (Delta); 2° Rosiello (Maratoneti Genovesi); 3° Pesce (Polisportiva San Francesco Savona); 4° Patruno (Frecce Zena); 5° Vaccari (Maratoneti Genovesi); 6° Parodi (Maratoneti Genovesi); 7° Verderame (Run Finale); 8° Deplano (Cambiaso Risso); 9° Ascanio (Cambiaso Risso); 10° Mondini; 11° Lanfranconi (Delta). Donne: 1° Dondero (Maratoneti Genovesi); 2° Bolognesi (Cambiaso Risso); 3° Scaramucci (Atletica Varazze); 4° Meirana (Valpolcevera); 5° Staltero (Podistica Savonese); 6° Kusla (Maratoneti Genovesi); 7° Bacanu (Maratoneti Genovesi); 8° Compagnoni (Rensen); 9° Marchet (Maratoneti Genovesi); 10° Polizzi (Varazze).

Una corsa, con tratti da trail, sui magnifici percorsi verso il Monte Croce, con vedute maremonti impagabili: questa è stata , domenica 10 febbraio, la “Corsa in giallo”, di Pieve Ligure (Ge). Fra gli uomini ha prevalso, dopo dieci chilometri, il polivalente Oscar Rebora (Zena Tri Team), che ha preceduto nell’ordine il piemontese Mattia Grosso e Stefano Privino (Delta), runner di Avegno specializzato a livello mondiale nelle obstacle race. Fra le donne primo posto della lombarda Benedetta Broggi (Raschiani Team) , mentre dietro di lei è stata bella lotta fra Valentina Martorella (Team 42.195) e Liliana Paganini (Città di Genova), con secondo posto finale della prima. Un’ottantina i partecipanti.

Due notizie: una buona e una meno buona da Linz (Austria). Luminosa Bogliolo del Cus Genova ha vinto sabato 9 febbraio la batteria dei 60 hs del meeting internazionale indoor in 8”25, ma poi ha dovuto rinunciare alla finale  per un risentimento al bicipite femorale. Ci auguriamo che non sia nulla di troppo preoccupante, e che la forte ostacolista rientri in forma fra una settimana in occasione dei campionati italiani assoluti di Ancona.

Non sono mancati i piazzamenti dei liguri, sabato 9 febbraio, in occasione della prima giornata dei campionati italiani allievi indoor in corso di svolgimento a Ancona. Chiara Smeraldo (Maurina Imperia) ha colto il quinto posto con la misura di 5.75 nel salto in lungo, competizione nobilitata dalla presenza della figlia d’arte Larissa Iapichino, prima con 6.30. Chiara ha ottenuto 5.75 volando in pedana a pochi centimetri dal record regionale da lei stessa stabilito qualche settimana fa.Nella stessa gara Anabel Vitale (Arcobaleno Savona) è stata  nona con 5.57. Sesto posto di Martina Mancuso (Maurina) nel peso con 12.69. Qui il primo posto è stato appannaggio della piemontese Sara Verteramo con la bella misura di 15.36. Decima nell’alto allieve Aurora Burdese (Maurina) con 1.61 nella gara vinta dalla toscana Idea Pieroni (Virtus Lucca) con 1.70.Marco Zunino (Arcobaleno) ha ottenuto il terzo tempo assoluto con 50”60  sui 400 e disputerà domenica 10 febbraio  la finale. Miglior tempo (47”77, record italiano) di Lorenzo Benati.

Sabato 9 e domenica 10 febbraio molti atleti liguri di interesse nazionale saranno impegnati in riunioni al coperto: sabato 9 febbraio Luminosa Bogliolo del Cus Genova è impegnata nella sua gara, i 60 ostacoli del Meeting Internazionale di Linz (Austria). Dopo il minimo per gli Euroindoor ottenuto la scorsa settimana a Mondeville, la brava ostacolista cerca di limare centesimi in un’altra occasione di qualità. Tanto per dare un’idea della “spietatezza” della specialità, attualmente con 8”14 l’alassina è al 17° posto della graduatoria continentale. Si gareggia anche nel Palasport di Padova, dove rientra in gara l’azzurra Eleonora Ferrero (Cus Genova) nei 60 ostacoli. In gara anche Andrea Del Sarto (1500), Ianko lattarulo (200 m juniores) e Rita Ricciotti (400 m).

Martedì 5 febbraio a Villa Gentile si è svolta la fase provinciale degli Studenteschi di corsa campestre. Appassionante la gara allievi, con Marco Tognon (Da Vigo) che ha superato, al termine di un’accesa volata, Ludovico Vaccari (Klee Barabino). Terzo Sirio Dettori (Liceti Rapallo). Risultati (2 km): 1° Tognon (Da Vigo) 7’37”4; 2° Vaccari ( Klee Barabino) 7’37”7; 3° Dettori (Liceti) 7’48”5; 4° Calcagno (Convitto Colombo) 8’04”9; 5° Minafra (Mazzini) 8’23”8; 6° Russo (Pertini) 8’25”1; 7° Cappagli (Gobetti) 8’26”1; 8° Sterlini (Natta De Ambrosis) 8’26”4; 9° Orlando (Lanfranconi) 8’29”6; 10° Degli Esposti (Natta De Ambrosis) 8’30”6. Qui sotto la classifica completa.

 

 https://drive.google.com/file/d/1_F19BcXkGOj4r3ICgJUDlPxI_DXB0GcQ/view?usp=drivesdk

 

Probabilmente Julian Wanders deve avere letto l’articolo su Corriliguria e deve essersi rinfrancato, perché oggi (venerdì 8 febbraio) il mezzofondista ginevrino è stato grandissimo. Il 23enne svizzero ha realizzato la nuova migliore prestazione europea di mezza maratona giungendo  quarto a Ras Al Kheimah (Emirati Arabi) in 59’13”. Julian ha strappato il record a sua maestà Mo Farah (59’32”). La competizione araba ancora una volta ha “spaccato” con un ordine d’arrivo significativo: ha vinto il keniano Stephen Kiprop con 58’42” davanti all’etiope Abdi Hadis, 58’44”. Wanders è stato quarto. Sono andate forti anche le donne, con vittoria dell’etiope Senberi Tefere in 1h05’45” in volata davanti alle connazionali Netsanet Gudeta (1h05’45”) e Zeineba Yimer (1h05’46”).

I PROGRAMMI DI ALLENAMENTO DI JULIEN WANDERS

Come tutti sanno, lo svizzero Julien Wanders domenica 30 dicembre 2018 ha stabilito la nuova migliore prestazione europea di corsa su strada dei dieci chilometri vincendo la Corrida di Houilles, periferia di Parigi (Francia), in 27’25”. Con l’aiuto degli organizzatori della gara siamo riusciti a ricostruire alcune giornate di training del forte mezzofondista elvetico, ormai una realtà dello scenario mondiale.

 

Domenica 16/12- Mattino- Corsa  facile in natura (1:15’00” a 3’55” al km); pomeriggio- 10’ corsa facile- esercizi ginnici- 30’ a 4’23” al km- 7x30 m ripetute in salita.

Lunedì 17/12- Mattino- Corsa di rigenerazione- 1:00’ a 3’44” al km- 10x100 m in salita- massaggi. Pomeriggio- 3’ salti con la corda- 20’ esercizi ginnici potenziamento- 32’00” di corsa a 4’04” al km

Martedì 18 dicembre- Mattino- 20’ riscaldamento- allunghi- (su pista): 5x(5x400 m rec 35”)+ 5x300 rec 45”+ 400 m (rec 4’-5’ fra i blocchi)

65”8/63”8/64”3/63”9/61”8/64”3/63”9/64”3/63”9/65”1/63”6/63”9/64”3/63”0/64”6/63”9/64”2/64”1/65”2/64”2/63”8/63”4/63”9/64”3/45”2/44”9/44”6/45”7/45”1/28”6/28”9/28”1/56”2

Pomeriggio: riposo

Mercoledì 19 dicembre- Mattino- Corsa rigenerativa 1:00’10” a 3’42” al km- massaggi. Pomeriggio: 3’ salti con la corda; esercizi ginnici di potenziamento generale (30’00”); 38’00” a 4’04” al km

Giovedì 20 dicembre- Mattino- 18’00” riscaldamento  ; allunghi. Su strada: 5x2 km veloci seguiti da un 1 km corsa media. Ultimo mille molto rapido.Questa la sequenza- 5’47”/3’21”/5’55”/3’21”/5’58”/3’20”/5’55”/3’20”/5’54”/3’16”/2’44”. Totale 16 km a 3’03” al km

Pomeriggio- 8 km a 4’10” al km

 

Venerdì 21 dicembre- Mattino- Corsa rigenerativa- 16 km a 3’45” al km- massaggi.

Pomeriggio: 30’ esercizi potenziamento generali- Corsa facile 7 km a 4’19” al km- 7 allunghi in leggera discesa.

Sabato 22 dicembre- Mattino- 1:10’00” a 3’42” al km- massaggi.

Una preparazione “classica” (bigiornaliero) nella quale vengono inseriti alcuni elementi di novità come ripetute in salita al termine di corse continue o medie.

Colpiscono le riproposte in chiave moderna di interval training friburghese e alternati dall’impegno elevato.

 

    

Uno scatenato Giuseppe Lombardo (Maratoneti Genovesi) domenica 3 febbraio ha preso parte al Festival di prove multiple di Asti.Non contento del dominio a livello di categoria nelle gare di corsa, l’estroso alfiere dei Maratoneti Genovesi ha realizzato 2458 punti nel pentathlon, conseguendo come parziali tre primati liguri: 3.80 nel lungo, 8.23 nel triplo (primato anche M55), e 13”85 nei 60 hs . “E’ la prima volta, posso fare meglio”, è stato il commento al solito modesto e ricco di ironia.

Domenica 3 febbraio, in una giornata fredda e ventosa, si è svolta a Boissano (Savona) la prova unica del campionato ligure invernale di lanci lunghi. In evidenza diversi giovani che già avevano fatto parlare di sé nella scorsa stagione: Davide Costa (Cus Genova) ha vinto nel martello allievi con 59.96. Ilaria Marasso (Trionfo Ligure) lo ha imitato nell’analoga prova con la misura di 45.66. Nel giavellotto uomini affermazione di Denis Canepa (Arcobaleno Savona) con 57.47.

 

http://www.fidal.it/risultati/2019/REG19448/Index.htm

 

Regina attesa della mezza maratona è stata l’azzurra Valeria Straneo, che, ricordiamo, ha stabilito il record del vecchio percorso con 1h11’20”. Vince agevolmente in 1h18’02” tenendo a tre minuti la forte spezzina Margherita Cibei. “Oggi sono venuta qui per due motivi. Il primo è che sono stata colpita molto dalle disavventure ecologiche che hanno colpito la Liguria. E’ stato importante avere organizzato oggi la corsa. In secondo luogo, ho effettuato  un ottimo test in vista degli impegni futuri. Ho corsi prima quattordici chilometri di riscaldamento”. Abel Antòn ha festeggiato un ventennale tutto particolare: “Nel 1999 ho vinto il mondiale di maratona a Siviglia. Oggi ho chiuso in 1h24’15”. Scusate se è poco per un 55enne!”.