Trail del Monte di Portofino, 8 dicembre 2019

Mezza delle Due Perle, 2 febbraio 2020

Meeting Eap di Belfast

Buona prestazione negli 800 di Alessio Padula nel recente Meeting Eap di Belfast (Gran Bretagna, Irlanda del Nord): il mezzofondista dell'Atletica Arcobaleno ha chiuso gli 800 m in 1'55"91, una bella prova di efficienza in un clima tutt'altro che estivo....

Corri Bardino 2019

Gabriele Laurenti (Atletica Pinerolo) e Giorgia Ferro (Maremontana) domenica 4 agosto si sono imposti nella "Corri Bardino", sei chilometri nel suggestivo entroterra di Savona. Ecco le classifiche

Allegati:
Scarica questo file (Bardino 1.doc)Bardino 1.doc[ ]37 kB
Scarica questo file (Bardino 2.doc)Bardino 2.doc[ ]29 kB

Anello di Voltaggio 2019

Domenica 4 agosto diversi giovani di belle speranze hanno animato l'Anello di Voltaggio (Al), sei chilometri di saliscendi nel "paese degli amaretti". La gara è vissuta

sul confronto fra Gebrehanna Savio (Cambiaso Risso), e il campione italiano allievi di corsa in montagna a staffette Andrea Azzarini. Savio, nel finale, ha allungato nel tratto di discesa riuscendo a guadagnare metri fondamentali per aggiudicarsi il primo posto. Seguivano, nell'ordine, Andrea Azzarini (Trionfo Ligure), Jacopo Musso (Asti), Diego Picollo (Maratoneti Genovesi), Sirio Dettori (Trionfo Ligure, vincitore del titolo italiano allievi a staffetta con Azzarini) e Luca Schiasselloni (Delta Spedizioni). Fra le donne successo di Iris Baretto (Trionfo Ligure) davanti a Silvia Tanda, sua consocia. Terza Ilaria Bergaglio (Novese). Sesta Silva Dondero (Maratoneti Genovesi), che ha preceduto, nell'ordine, Benedetta Balostro (Maratoneti) e Silvia Bolognesi (Cambiaso).

Mondiale master W40 di mezza maratona

Sabato 3 agosto a Sunshine Coast (Australia) Lisa Weightman ha vinto la Mezza Maratona in 1h08'48", stabilendo la nuova migliore prestazione mondiale di mezza maratona per atlete quarantenni (infatti Lisa è nata nel gennaio 1979). Curiosamente, la lotta per il record è stata tutta australiana: al secondo posto Sinead Diver, che fino a ieri era detentrice del record con 1h08'55" ottenuto a Marugame (Giappone ) nel 2010. Il crono della vincitrice è anche il miglior tempo femminile mai ottenuto su suolo "aussie".

European Master Games

Non sono mancate le soddisfazioni da parte dei liguri che hanno preso parte, la scorsa settimana, agli European Master Games sulla pista di Torino.Stefano Pasquato (Arcobaleno) ha fatto una bella doppietta 100- 200 nella categoria M35 con 11"72 e 23"10 dando belle prove di efficienza e senza accumulare tossine pericolose. Paolo Macaluso del Cus Genova ha conquistato l'argento nei 200 con 24"29, preceduto dal solo Emiliano Raspi, e quindi è stato quarto nei 100 con 12"17. Il tutto nella categoria M45. Un bilancio positivo.

Record di Germania sui 5000 m per Konstanze Klosterhalfen

Sempre più forte la tedesca Konstanze Klosterhalfen. Sabato 3 agosto la filiforme mezzofondista ha corso i 5000 m di un meeting a Berlino (Ger) in 14'26"76, record nazionale e quarta prestazione europea all time.  Il crono migliora il record precedente detenuto da Irina Mikitenko (14'42"03). "Volevo solo correre forte, e capire cosa sarebbe successo. Sono felicissima", ha dichiarato dopo la gara. 

Marcia della Bastia di Busalla 2019

Mohamed Rity, domenica 4 agosto, ha domato le aspre pendenze alle pendici delle Rocche del Reopasso, a Busalla, vincendo la Marcia della Bastia in 37'03" dopo dieci chilometri di continue ondulazioni: "Mi avevano parlato delle salite- dice Rity- ma poi tutto è filato liscio. Mi dispiace solo per El Jaoui, che era in testa con me e poi ha sbagliato strada". Dietro di lui il sorprendente Beppe Fedi (Gau) e Federico Capurro (Bergteam), specializzato nei trail. Fra le donne primo posto di Susanna Scaramucci (Maratoneti Genovesi). 

Attraverso le Mura 2019

Ha tenuto fede alle aspettative, sabato 3 agosto, "Attraverso le mura", una delle serali più antiche in Italia. Gara a circuito nel centro storico di Massa Carrara, con tanto agonismo e tifo. Per una volta un azzurro (Lorenzo Dini delle Fiamme Gialle) ha avuto la meglio nei confronti del Kenya: Lorenzo, infatti, ha trionfato in 29'26" dopo 10.2 chilometri, precedendo Jamea Kibet (30'02"). Primo dei liguri, decimo , il campione regionale dei 1500 Andrea Del Sarto (Duferco), 32'25", seguito al 23° posto da Lino Zano (Spezia Marathon), 36'57". Nella gara femminile di 8 chilometri record del percorso ad opera della lombarda Sara Dossena (Laguna Running) in 26'40". Sara doveva effettuare un test di efficienza e così è stato: primo posto e dominio davanti alla ruandese Clementine Mukandanga, 27'30". Prima ligure la spezzina Margherita Cibei (Alta Tiscana), ottava in 30'40", seguita da Milena Santunione (Duferco), 12° in 34'04" e da Monica Strano (Delta), 26° e terza di categoria con 36'08". Nella gara over 50 (8 km) il migliore dei liguri è stato Vittorio Zavanella (Avis Castelnuovo Magra), 4° in 31'26". Ventesimo Elio Casale (Delta), 36'08". I risultati completi su sdam

22° Dieci Chilometri del Maine

Tempi di valore mondiale, sabato 3 agosto, in occasione della 22° Dieci Chilometri di Cape Elizabeth (Usa, Maine), dove hanno trionfato i keniani Alex Korio (27'34", a soli sei secondi dal record della corsa) e Joyciline Jepkosgei (31'05"). Dietro a Korio è finito il connazionale Jairus Birech (28'28"), sette secondi davanti al belga Abdi Bashir (28'35"). Seconda e terza rispettivamente la keniana Sandrafelis Chebet (31'372) e l'inglese Charlotte Purdue (32'17"), che d'estate si allena sulla pista di Saint Moritz. 

22° Beach to Beacon (Usa)

Una gara dalla bella tradizione la Beach to Beacon, dieci chilometri sulle rive "fredde" dell'Atlantico a Cape Elizabeth, nel Maine (Usa). Giunta alla 22° edizione, la gara è stata dominata sabato 3 agosto dal keniano Alex Korio, che ha mancato per soli sei secondi il record del tracciato, chiudendo in 27'34".Alle sue spalle, nettamente staccati, il connazionale Jairus Birech (28'28"), e il belga Abdi Bahir (28'35"). Monologo anche in campo femminile, con la giornata sì di Joyciline Kipkosgei (31'05"). Dietro di lei Sandrafelis Chebet, 31'37", e l'inglese Charlotte  Purdue , 32'17", nota per sostenere allenamenti estivi a Saint Moritz.

Meglio di un dito in un occhio-1

Da timido e preoccupato aspirante giornalista, all'inizio della mia oscura carriera, mi sentii rivolgere il quesito: "Lei si occupa della MARADONA?"

Login