La Liguria allievi e juniores si è piazzata al quinto posto dell’incontro indoor per selezioni regionali disputato domenica 24 febbraio nell’impianto di Modena. Per quanto riguarda le prestazioni singole, da notare quattro terzi posti. Parliamo di Anabel Vitale (Arcobaleno Savona), bronzo nei 60 hs allieve con 8”71, tempo non distante dal limite regionale, di Riccardo Berrino (Cus Genova), 8”30 nei 60 hs allievi,  di Matilde Brozzo (Duferco Spezia), 5.56 metri nel lungo juniores, e di Aurora Greppi (Cus Genova), terza nei 60 allieve con 7”95. Quarti posti di Samuele Martini (Maurina Imperia) con 3.90 nell’asta juniores e di Thomas Marello (Arcobaleno) con 6.35 nel  lugo allievi. Quinto nei 60 juniores Ianko Lattarulo (Duferco) con 7”14.

Dopo la vittoria nel salto in alto, Fabrizio Pertile del Cus Genova domenica 24 febbraio ha sfiorato una doppietta di prestigio con l’argento nel triplo M40 con la misura di 12.24. Nella stessa giornata l’intramontabile Simona Guarino, sempre del Cus, ha sfiorato il podio dei 400 F45 con il quarto posto (1’08”41). Quarta anche la consocia Simona Montessoro nei 200 F35 (29”63).Graziella Rodonò (Cus) è stata settima nei 200 F45 con 31”13. Nei 200 F55 Roberta Persico (Varazze) è stata quarta con 31”11.Nei 60 m M45 Paolo Macaluso (Cus), nono con 7”70.

Silvano Repetto (Delta) domenica 24 febbraio ha colto il primo posto della Quindici chilometro di Giardinetto (Alessandria), a conferma di un bel periodo di forma. “Sono passato in 36’ ai dieci chilometri, poi ho aumentato il ritmo e sono riuscito a staccare gli altri. Un buon test in vista della Mezza di Milano”.Repetto è stato il primo dei liguri; ricordiamo il quarto posto di Alessio Ottonello (Città di Genova), che ha corso a lungo sulla scia dei battistrada e poi ha concluso in quarta piazza.

Mohamed Rity e Hicham El Jaoui Domenica 24 febbraio hanno fatto un po' la figura di Bernard Hinault e gregario in occasione dell’Arrampicata allo Scarpino, nove chilometri di dura ascesa da Borzoli verso uno dei punti più panoramici della Valpolcevera.Il tutto sotto l’organizzazione del vulcanico Angelo Perrera dei Maratoneti Genovesi.Alla fine, 39’50” di Mohamed contro 39’53” di Hicham per 1-2 del Delta Spedizioni. Terzo, un gradito rientro, il forte veterano Giuseppe Fedi della Gau. Indiscussa la superiorità femminile di Silva Dondero, prima in 44’01” e ottava assoluta. Uomini: 1° Rity (Delta Spedizioni) 39’50”: 2° El Jaoui (Delta) 39’53”; 3° Fedi (Gau) 41’31”; 4° Rattazzi (Maratoneti Genovesi) 42’24”; 5° Grella (Cambiaso Risso) 42’58”; 6° Farinelli (Due Perle) 43’26”; 7° Parodi (Maratoneti Genovesi) 43’35”; 8° Vaccari (Maratoneti Genovesi) 44’17”; 10° Cusinato (Alpi Apuane) 45’28”. Donne: 1° Dondero (Maratoneti Genovesi) 44’01”; 2° Balostro (Maratoneti Genovesi) 50’35”; 3° Scaramucci (Varazze) 51’52”; 4° Meirana (Podistica Valpolcevera) 52’43”; 5° Gaggero (Valpolcevera) 55’18”.
 

Allegati:
Scarica questo file (2^ SCALATA DI SCARPINO.xls)2^ SCALATA DI SCARPINO.xls[ ]48 kB

Bella prova domenica 24 febbraio di Corrado Pronzati (Team 42.195), che è giunto nono in 1h09’30” nella 14° Maratonina di Treviglio (Bergamo). Il runner di Cogoleto ha gareggiato in un contesto di alto livello, con il ruandese Primien Manirafasha capace addirittura di passare ai primi dieci chilometri in 29’55”; poi il ritmo è calato, comunque non è cambiato il primo posto, visto che il mezzofondista africano ha chiuso in 1h04’11”. Corrado sta preparando la Maratona di Padova: “Siamo solo a febbraio, sono soddisfatto”. Un netto miglioramento rispetto alla Mezza delle Due Perle (1h10’50”). Si tratta anche, a tuttora, della migliore prestazione regionale sulla distanza.

Nella foto si vede l’allora sindaco di Genova Vittorio Pertusio ricevere Abdon Pamich.Alla destra di Pamich si riconosce (con gli occhiali)  Tullio Pavolini, storico presidente dell’Associazione Amatori Atletica. E’ il dicembre 1961.

Liguria terra di master: sabato 23 febbraio sono arrivati due titoli italiani dalla pista indoor di Ancona. Fabrizio Pertile del Cus Genova ha conquistato l’oro nel salto in alto M40 con la misura di 1.55. Non solo: il forte saltatore sanremese è stato anche terzo nella stessa categoria nel salto in lungo con 6.18. La consocia Simona Montessoro  ha vinto il titolo italiano F35 nel getto del peso con 7.10. Paolo Macaluso, sempre del Cus Genova, è stato nono  nei 60 della categoria M45 con 7”70 sui 60 m.

Da tanti anni è davvero una garanzia Bachisio Faedda (Trionfo Ligure) , che sabato 23 febbraio si è laureato campione italiano master (M50) nei tre chilometri di marcia indoor a Ancona. Con 13’37”42 lo specialista ligure del tacco e punta si è portato a casa l’ennesimo titolo tricolore in virtù di una supremazia fin dal primo giro. Bronzo nei 60 hs M55 per Luciano Fasce (Cus Genova), terzo con 10”63. Nei 1500 metri F50 settima Chiara De Micheli (Cus) con 5’54”53. Nei 1500 M55 Mauro Tebaldi (Cus) è stato decimo con 5’13”92.

“Peccato per i due nulli- dice il coach Valter Superina- altrimenti il risultato sarebbe  stato diverso. Essere nei primi otto d’Italia è sempre motivo d’orgoglio, anche perché stiamo lavorando in prospettiva”. Questo il commento  dell’allenatore di Davide Costa del Cus Genova, che sabato 23 febbraio a Lucca  ha conquistato il secondo posto fra gli allievi (e il sesto , compresa la categoria juniores)  nel martello con 57.28 nel campionato italiano giovanile di lanci invernali. Il titolo under 18 è andato a Gregorio Giorgis (Città di Castello) con 61.05. Anche se due misure nulle potevano portare a un risultato over 60, il piazzamento è stato prestigioso. Vittoria assoluta per lo junior Giorgio  Oliveri (Atletica Marche) con 75.20.

Venerdì 22 febbraio Giuseppe Lombardo dei Maratoneti Genovesi è stato sesto nel Pentathlon indoor M60 dei campionati italiani master al coperto di Ancona realizzando il nuovo record ligure di categoria con 2793 punti. Peccato per i pochi punti accumulati nei 60 hs (13”27) e nel getto del peso (6.53), perché, con un ultimo mille vinto alla grande (3’05”53, crono degno di un ragazzino) Pino ha recuperato posizioni su posizioni. Nell lungo sono scaturiti 4.11 metri e 1.27 nell’alto. La cifra migliora il record stabilito da un altro atleta dei Maratoneti Genovesi, Edoardo Giorello (noto come allenatore e statistico dell’atletica): si trattava di 2232 punti. Il primo posto è andato all’altoatesino Hubert Indra, ex azzurro di asta, con 4193.

La forte Ludovica Cavalli (Trionfo Ligure) ha collezionato un’altra maglia azzurra, questa volta nei 1500 indoor. Venerdì 22 febbraio la Fidal ha reso noti i convocati (56) per l’incontro under 20 al coperto con i pari età francesi sabato 2 marzo a Ancona. Spicca la presenza dell’azzurrina genovese, che ha già vestito la maglia della Nazionale outdoor (su pista all’aperto), su strada e nei cross. L’argento recente conquistato agli italiani ha impressionato favorevolmente il vicedirettore tecnico giovanile Tonino Andreozzi.