Trail del Monte di Portofino, 8 dicembre 2019

Mezza delle Due Perle, 2 febbraio 2020

Matteo Guelfo quarto negli 800

Altro piazzamento di prestigio per i liguri impegnati nei Campionati italiani juniores e promesse a Grosseto: Matteo Guelfo (Trionfo Ligure) è stato quarto negli 800 metri con 1'54"30, nella gara vinta da Maresha Costa (Atletica Brugnera) con 1'53"30. Matteo , dopo avere corso in batteria in 1'52"83 in batteria , record personale, in finale ha lottato fino all'ultimo metro per salire sul podio. Alla fine è giunto un piazzamento che lo gratifica di tanti sacrifici e è anche una soddisfazione dopo  diversi problemi fisici. Davvero una bella prestazione. 

Sierre- Zinal 2020

Per la quinta edizione consecutiva Killian Jornet è il "signore" della Sierre-Zinal, quella che è considerata la "Maratona di New York" delle corse del genere. Trenta chilometri da Sierre, vicino a Sion, nel Vallese svizzero, verso la stazione sciistica di Zinal, alle pendici elvetiche del Cervino, che quasi beffardamente osserva le fatiche dei grandi campioni e dei "poveri mortali" che si arrampicano sui sentieri peraltro meravigliosi vicino a Chandolin, Barneusa, Tignosa, fino alla pietraia e ai canaloni dei ghiacciai, finchè non inizia la ripidissima discesa verso Zinal. La chiamano anche la "corsa dei cinque 4000", perchè il sentiero si snoda sotto il Weisshorn, Breithorn e altre vette immacolate delle Alpi. Magìa di una gara che, nel corso dei tempi, vide le gesta dell'americano del Colorado Pablo Vigil, del neozelandese Jonathan Wyatt, e anche di grandi campioni arrivati dalla pista come il belga Gaston Roelants...Quest'anno, per problemi di Covid, la gara si è disputata nell'arco di un  mese, dal 17 agosto al 18 settembre. Jornet ha fatto registrare il tempo migliore con 2h33'15". Bravissimo il trentino Davide Magnini, quarto con 2h36'05".

Chiaratti terza dopo la prima giornata dell'eptathlon

Sara Chiaratti della Trionfo Ligure, al giro di boa dei campionati italiani di eptathlon juniores di Grosseto, è terza con 2989 punti. In classifica la precedono, sabato 19 settembre, nell'ordine Marta Giaele Giovannini dell'Atletica Livorno con 3238 e Elisa Tosetto dell'Atletica Piemonte (3032). Da notare, nelle prime quattro prove in programma, 15"00 nei 100 ostacoli e 1.65 nell'alto. Domani, domenica 20 settembre, la longilinea genovese giocherà le sue carte in un finale di prova che si preannuncia emozionante. Come, del resto, ogni gara di eptathlon....

Chiara Smeraldo quarta nel lungo juniores

Altre buone notizie dallo stadio "Zecchini" di Grosseto. Chiara Smeraldo (Maurina Imperia) è stata quarta con 6.05 quale misura migliore nel salto in lungo juniores che ha visto l 'affermazione sontuosa (peraltro scontata) della grande Larissa Iapichino (Firenze Marathon) con 6.60 ventoso. La serie della ragazza di Imperia è stata: 5.86; 5.88; 6.05; 5.78; 5.92; 6.00. La misura migliore è stata ottenuta al terzo salto. Chiara è ancora stata capace di attingere a energie psicofisiche importanti per atterrare a 6.00 nell'ultimo tentativo. Una grande soddisfazione per la "figlia d'arte" (il padre, Paolo, era buono specialista dei 400 hs in gioventù. Molto bene anche Alessandro La Mantia (Duferco Spezia), quinto con 49"00 nella finale dei 400 juniores vinta dal fenomenale Lorenzo Benati (Atletica Roma) in 46"30. Ottavo il gemello Andrea, 50"41.

El Otmani secondo in Repubblica Ceca

Tempi certo non trascendentali, sabato 19 settembre, nella Mezza Maratona di Usti nad Labem in Repubblica Ceca: probabilmente il caldo ha condizionato l'andamento tattico della gara, che ha visto l'azzurro Said El Otmani nel gruppo di testa sul piede di 3'05" al chilometro. Nelle ultime battute è emerso il poco conosciuto ucraino Ivan Bohdan Horodyskyi, la sorpresa della giornata, che ha vinto in volata in 1h03'54" davanti a El Otmani, 1h04'00". Terzo il francese Emanuel Roudolf-Levisse in 1h04'35". Fra le donne affermazione più netta per la tedesca Kristina Hendel in 1h13'29", e terza Fatna Maroui in 1h14'34". 

Oliveri argento nell'asta juniores

Il movimento atletico ligure sforna di continuo talenti: Matteo Oliveri (Maurina Imperia) è riuscito nell'impresa di conquistare l'argento nel salto con l'asta jiniores, con la misura di 4.85. La gara in prtaica è stata un bel confronto fra Matteo e il laziale Ivan De Angelis (Fiamme Gialle). I due avevano dominato il lotto delle eliminatorie con la qualificazione ottenuta a 4.25, ma in finale si è fatto sul serio. Sempre più in alto, con De Angelis che, alla fine, ha valicato quota 5.00. Matteo Oliveri si è dimostrato una sicurezza su certe misure cogliendo il secondo posto con 4.85. Un risultato che premia  la volontà e la classe del giovane atleta ponentino.

Costa argento agli italiani

Un argento che vale oro. Frase retorica, forse, ma che rende bene la gara che sabato 19 settembre è riuscita a Davide Costa, primo anno junior, figlio dell'ex velocista azzurra Sabrina D'Ambrini: secondo nella finale del martello juniores con 65.96 . Vittoria dell'umbro Gegorio Giorgis (Città di Castello) che trova la "gara della vita" con 67.76. Costa è molto regolare con tre misure sopra i 65 e assai vicine ai 66: 65.96, 65.91, 65.03 al terzo, quarto e quinto lancio. Tre bordate impressionanti. Arriva il secondo posto: "Sono contento, dice coach Valter Superina, una vita nel martello- perchè Davide ha lanciato davvero bene oltre i 65. E tutto questo nonostante una stagione terribile, come potete bene intuire". Più forte delle giustificate paure del Covid, il cussino.... 

Marasso quarta nel martello agli Italiani

Sabato 19 settembre Ilaria Marasso del Cus Genova ha conquistato, con una gara in rimonta, il quarto posto agli Italiani juniores di lancio del martello a Grosseto. All'ultimo lancio è arrivata la misura di 51.25 che l'ha fatta recuperare molte posizioni andando a sfiorare il podio. Il primo posto è stato conquistato da Emily Conte (Riviera del Brenta) con 54.20. Per l'allieva di Valter Superina un bel piazzamento.

 
What do you want to do ?
New mail
 

Caporaso ottavo in Lituania

 

 
What do you want to do ?
New mail
Dopo un lungo periodo, è tornato alle gare venerdì 18 settembre in Lituania Teodorico Caporaso. Il marciatore azzurro è stato ottavo nel "Festival sportivo" di Alytus, città sede, qualche anno fa, della Coppa del mondo. La gara ha visto il monologo del fuoriclasse svedese Perseus Karlstrom, primo in 1h20'58" davanti all'ucraino Ivan Losev, 1h21'10". Teodorico ha concluso in ottava posizione in 1h23'47". Undicesimo Stefano Chiesa in 1h26'10".

Seconda giornata italiani juniores e promesse

Potrebbe essere decisamente fruttuosa oggi, sabato 19 settembre, la seconda giornata dei campionati italiani promesse e juniores in corso di svolgimento a Grosseto. Infatti Davide Costa  del Cus Genova  (65.65 nel martello juniores) e Matteo Oliveri della Maurina Imperia (4.25 nell'asta) possono competere a buon diritto per i titoli italiani avendo ottenuto i migliori risultati nelle qualificazioni. Nella finale dell'asta ci sarà anche l'altro imperiese Samuele Martini (4.10 in qualificazione). Accedono alla finale del lungo juniores, impreziosita dalla presenza di Larissa Iapichino, anche Chiara Smeraldo della Maurina (5.80) e Matilde Brozzo della Duferco Spezia (5.72). In finale nel giavellotto juniores Erika Paris (Maurina, 36.75). Accedono alla finale dei 400 juniores anche i gemelli Alessandro e Andrea La Mantia della Duferco Spezia( con 49"33 e 49"90). Si sono fermati alla semifinale dei 100 juniores Francesco Gallo (Trionfo Ligure, 10"88), e Luca Biancardi dell'Arcobaleno Savona (10"76). Giuditta Ponsicchi del Cus Genova si è fermata alle eliminatorie dei 400 juniores con 58"22. Inizia l'ennesima avventura nell'eptathlon Sara Chiaratti della Trionfo Ligure, con possibilità di vittoria.

Matej Toth vince i 5 km di Kosice

Lo slovacco (e campione olimpico in carica) Matej Toth ha vinto la tappa finale del Campionato nazionale di marcia a Kosice, città dalla grande tradizione atletica, con 19'28"59, settima prestazione mondiale 2020. Lo specialista del Dukla si è preso una rivincita sul più giovane Miroslav Uradnik, che ha concluso in 20'05"25. Terzo Daniel Kovac in 21'09"11. Prima sui tre chilometri Maria Czakova in 13'22"89. 

Login