Trail del Monte di Portofino, 8 dicembre 2019

Mezza delle Due Perle, 2 febbraio 2020

37° Marcia San Siro di Struppa

Si parte in prossimità della magnifica Abbazia duecentesca di San Siro di Struppa, in un'atmosfera che coniuga fascino del passato con lo sport. Si corre su un sentiero che passa vicino a orti ben coltivati, vicino alle fasce e ai muretti a secco tipicamente liguri. Da questo si può capire perchè la Marcia di San Siro, venerdì 5 luglio, sia arrivata all'edizione numero 37.Sette chilometri in orario serale premiati da una tradizione e dall'aria di festa patronale. Come si può ancora trovare in certi paesini e frazioni urbane della Val Bisagno, Il Delta Spedizioni quest'anno ha curato l'organizzazione nei minimi particolari: la partenza avverrà alle 20 dall'Abbazia, e premi speciali andranno al primo e alla prima.Riconoscimenti ai primi tre delle numerosissime (davvero!) categorie d'età maschili e femminili. Il ritrovo è previsto alle ore 19 nell'area dotta adiacente l'Abbazia. Premi per i gruppi più numerosi. 

Prima tappa Boissano Estate 2019

Neanche il tempo di archiviare i campionati italiani Libertas, ed ecco Boissano pronta a ospitare la prima tappa, martedì 2 luglio, di Boissano Atletica Estate, con boom di iscritti e competizioni in grado di suscitare interesse. Il ritrovo è previsto alle 19 in località Marici. Davide Costa (Cus), fresco campione italiano allievi del martello, è atteso a buone cose nella sua gara; Ilaria Marasso (Trionfo Ligure), seconda agli italiani del martello, è di nuovo in pole position. Sarà interessante vedere all’opera il giavellottista Denis Canepa (Arcobaleno); idem Adeshola Ayotade e Marco Zunino nei 400 m, così come l’idolo locale Luca Biancardi nei 100.

Italiani Libertas a Boissano

ATLETICA ARCOBALENO SAVONA ED ATLETICA RUN FINALE LIGURE

BRILLANO NELLA 66° EDIZIONE DEI CAMPIONATI NAZIONALI LIBERTAS

SVOLTISI PRESSO L’IMPIANTO INTERCOMUNALE DI BOISSANO

 

DENIS CANEPA SILVIA DI GIOIA SPALLATE DA RECORD!

LUCA BIANCARDI ARIANNA PISANO E INO ABBO OTTIME PROVE

 

E si conclude con un grande successo organizzativo la 66° edizione dei Campionati Italiani promossi dal Centro Sportivo Nazionale Libertas presso l’impianto sportivo intercomunale di Boissano in questo torrido week end di fine Giugno.

Il Prof. Luigi Musacchia Presidente del CNS Libertas, il suo Vice Renzo Bellomi ed il responsabile nazionale per il settore atletica Alessandro Alberti hanno condiviso apprezzamenti molto lusinghieri sia per l’impianto che per la gestione complessiva dell’evento. Ed esprimendo oltre al ringraziamento agli Enti pubblici (Fondazione Agostino De Mari e Comuni cui fa carico l’onere della gestione della struttura) anche la chiara intenzione di ulteriori opportunità di utilizzo dell’impianto per eventi a carattere nazionale.

 

Le formazioni di casa (Atletica Arcobaleno Savona, gestore dell’impianto) ed Atletica Run Finale Ligure (operativa presso l’impianto nell’ambito giovanile) oltre a garantire (con il supporto degli encomiabili volontari del Boissano Team) una organizzazione impeccabile hanno recitato il ruolo dei protagonisti assoluti anche su pista e pedane.

Infatti, nelle classifiche per Team, la formazione savonese del Presidente Santino Berrino ha dominato nell’ambito assoluto, mentre nel contesto giovanile a primeggiare è stato il team finalese guidato dal Presidente Marco Fregonese.

 

Tra i singoli citiamo i successi dei giovani Run Finale Davide Di Crescenzo (primo nei 60 ragazzi in 8.59) e Margherita Accame (per lei ottimo 2.80 nell’asta).

 

Passando al settore assoluto “spallate d’oro” nel giavellotto. Denis Canepa supera la barriera dei 65, portando il personale a 65.03. Non è da meno Silvia Di Gioia che frantuma il muro dei 40 (40.87 la miglior misura) e si impone nella gara allieve.

Luca Biancardi festeggia a suo modo la conclusione degli esami di maturità. Salta in macchina dopo gli orali, indossa le scarpe chiodate e mette lì un 100 con una fase lanciata da paura: 10.86 il crono che lo lancia verso un mese di luglio interessante.

Erano attesi e non hanno deluso i marciatori: splendida Arianna Pisano che chiude i 5 km in 26.54.75. Non è da meno il master 70 Ino Abbo che si aggiudica il titolo al passo di 32.59.94.

Belle notizi per l’Arcobaleno anche dalla pedana del salto in lungo assoluti, con una doppietta su misure d’eccellenza: si impone Lorenzo Zanona con 6.90, secondo è Michele Marchiori con 6.70.

Doppietta nei lanci allievi per Gabriele Viola (oro sia nel martello con 27.56 che nel giavellotto con 31.35).

Nei 1.500 successo tra le allieve per Aurora Tagliafico in 5.40.87, mentre tra gli assoluti Andrea di Molfetta vince con margine in 4.17.67.

Un ulteriore titolo italiano se lo aggiudica Greta Ratto imponendosi nei 400 ostacoli Allieve in 1.14.14.

 

 

Neanche il tempo di prender fiato e siamo già arrivati al primo appuntamento di Boissano Atletica Estate 2019, abbinato al progetto Community Italian Riviera: ancora “calde” le pesane e la pista per questo evento in programma martedì 2 Luglio. Oltre 500 atleti iscritti. Forza!

Corsa della Busia

Un'instancabile Silva Dondero (Maratoneti Genovesi), alla seconda gara in un giorno, domenica 30 giugno si è piazzata seconda (e terza assoluta) nella Corsa della Busia a Visone (Al).sorpredentemente prima la triathleta lombarda Federica Parodi (Bracco). A livello assoluto primo Luca Brusasco (Biocorrendo) e  quarto Danilo  Giacopetti (Emozioni Sport). Prima della categoria Over 55 Giovanna Moi (Maratoneti Genovesi). 

Societari toscani marcia e corsa

Sabato 29 giugno a Calenzano (Firenze) , in una giornata caldissima, si è disputato il campionato regionale  di società di corsa e marcia. Diversi i liguri presenti: da notare Giulia Velka Corsolini (Trionfo Ligure) che si è affermata sui tre chilometri cadette in 14'55". Quindi due argenti: Cristian Improta (Città di Genova), secondo al termine dei 5 km di marcia cadetti in 25'34", e Federico Zampiga (Città di Genova), secondo nei 5 km cadetti in 16'53". 

La carriera di Davide Re

Davide Re è nato a Milano il 16 marzo 1993. E' cresciuto atleticamente con la Maurina di Imperia, sotto la guida di Ugo Saglietti, stabilendo la migliore prestazione italiana cadetti dei 300 m. Domenica 30 giugno ha stabilito a La Chaux de Fonds  (Svizzera) il nuovo record italiano dei 400 m con 44"77, primo italiano nella Storia dell'atletica sotto i 45 secondi. Vanta in carriera 17 prestazioni sotto i 46"00. Eccole

44"77   La Chaux de Fonds (Svi)    30.06.19

45"01     Ginevra (Svi)                  16.06.19

45"26      Tarragona (Spa)             28.06.18

45"31       Ginevra                         09.06.18

45"40       Rieti                             20.07.17

45"49       Roma                            31.05.18

45"53       Berlino                          08.08.18

45"56       Lille                              24.06.17

45"63       Padova                         02.09.18

45"66       Guadalajara                   05.07.18

45"71        Londra                         05.08.17

45"72        Lignano Sabbiadoro       12.07.17

45"79        Ginevra                         10.06.17

45"85         Lille                             23.06.17

45"86         Tarragona                    27.06.18

45"92         Pescara                        08.09.18

45"95          Londra                        06.08.17       

Record italiano di Davide Re nei 400: 44"77!

Domenica 30 giugno: una giornata che sarà memorabile per l'atletica ligure e italiana. A La Chaux de Fonds Davide Re, imperiese cresciuto nella Maurina e adesso  delle Fiamme Gialle sotto la cura di Chiara Milardi, ha stabilito il nuovo record italiano dei 400 m con 44"77, primo italiano a scendere sotto il limite dei 45 secondi. Re è anche il migliore europeo dell'anno. Una gara perfetta: Davide è partito molto forte e, sull'ultimo rettilineo, ha ingaggiato un confronto spasmodico con il colombiano Josè Zambrano De La Cruz. Un duello che ha alzato l'asticella del crono. Così  Re è stato secondo e con 44"77 ha  disegnato un nuovo scenario nel giro di pista italiano, bisognoso di tempi del genere.

Bogliolo vince il Meeting di La Chaux de Fonds!

Alle 13.40 di domenica 30 giugno Luminosa Bogliolo muove le mani prima di mettersi sui blocchi della finale dei 100 hs in occasione del Meeting svizzero di La Chaux de Fonds, Svizzera romanda. La 24enne alassina delle Fiamme Oro forse vuole scacciare la tensione. Ha già ottenuto 13"78 in eliminatoria, a soli due centesimi dal record italiano di Veronica Borsi. Quando le atlete si mettono sui blocchi, il silenzio si taglia a fette. In quinta, al primo ostacolo, la partenza non è delle migliori. Poi, però, Lumi mette in azione il turbo. E' affiancata dalla giamaicana Anderson e dalla finnica Nooralotta Noziri. Il carattere dell'alfiera delle Fiamme Oro viene fuori negli ultimi metri, quando Luminosa si tuffa letteralmente per precedere la Giamaicana Anderson, dai capelli tinti di rosso. Un tuffo al cuore: 12"76, sarebbe finalmente record italiano uguagliato, ma l'anemometro indica vento oltre la norma: 3,1 metri al secondo. Ma questo non toglie nulla alla straordinaria giornata svizzera che ha vissuto l'alassina, dalla Riviera di Ponente fino al top mondiale della specialità

Risultati Memorial Queirolo 2019

Domenica 30 giugno Luca Campanella (Cambiaso Risso) , 20'43" e Silva Dondero (Maratoneti Genovesi), 24'25" hanno voluto onorare la memoria di Federico Queirolo con vittorie nette nel classico Memorial a lui dedicato sul tortuoso circuito fra Apparizione e Monte Moro, organizzato dalla Cambiaso Risso. Un centinaio i partenti.

Allegati:
Scarica questo file (LA CORSA DI FEDE (1).xls)LA CORSA DI FEDE (1).xls[ ]211 kB

12"78 di Luminosa Bogliolo a La Chaux de Fonds!s

Esplode di nuovo il talento di Luminosa Bogliolo: e questo succede già nell'eliminatoria mattutina del Meeting internazionale Resisprint di La Chaux de Fonds (Svizzera), dove la falcata della 24enne alassina illumina di nuovo la storia degli ostacoli italiana con 12"78, a soli due centesimi dal record nazionale di Veronica Borsi! Ma alle 13.40 ci sarà la grande occasione della finale dello stesso meeting.

Risultati prima Scalata Tana dell'orso

"Vincenzo sta bene", così le parole del padre di Vincenzo Scuro domenica 30 giugno, in occasione della prima Scalata Tana d'Orso nell'interno di Ronco Scrivia. Il fatto che il simbolo della gara sia la sagoma fiera dell'aquila che sovrasta le alture della Vallescrivia la dice lunga sulla corsa, quattro chilometri di durissima ascesa verso località Porale e dintorni. uno dei favoriti della vigilia, Mohamed Rity, tenta subito di forzare il ritmo. Ma le pendenze durissime e i tratti pietrosi appesantiscono l'azione del forte runner del Delta, che viene superato a metà da Scuro.Vincenzo insiste nell'azione da grimpeur e a un certo punto si deve guardare dal recupero del trailer Alessandro Civitiello (Bergteam), ma riesce a vincere sul filo dei 26 minuti. "Bel percorso, panoramico. Sono riuscito a spoingere forte in salita". L'arrivo è di qualità: terzo è Rity, seguito dal consocio Andrea Giorgianni, quindi Khalid Ghallab (Città di Genova), reduce dalle fatiche della Val di Fassa running, quindi Hicham El Jaoui, a 48 ore dal successo nel Minitrail del Biscione. Prima assoluta Viviana Rudasso (Città di Genova): "Adesso mi sto allenando seriamente. Mi sta allenando lui". E indica il marito Ghallab. Seconda Agnese Motta (Boggeri), terza, al rientro dopo qualche problema fisico, Daniela Olcese (Delta).La gara è stata organizzata dal Cffs Ronco Scrivia e da Paolo Tavella, runner del Delta Spedizioni. Il tutto nell'ambito della Festa degli alpini.  

Allegati:
Scarica questo file (1^SCALATA DI TANA D'ORSO.xls)1^SCALATA DI TANA D'ORSO.xls[ ]117 kB

Login