La leggenda dell'eterno corridore: alle 17 di oggi, lunedì 11 aprile, Vincenzo Tarascio ha percorso circa 289 chilometri in occasione della terza giornata di "No finish line", gara di ultramaratona iniziata sabato 9 aprile su un circuito vicino alla Tour Eiffel di Parigi.Il clima alterna momenti di sole a pioggia, e di notte fa freddo: il tutto  su un circuito molto impegnativo di 1300 metri."Le luci della torre-dice Chiara Pitzalis, la compagnia di Vincenzo- portano un po’ di conforto di notte. Vincenzo si sta alimentando regolarmente e si fa massaggiare, perché il circuito è molto impegnativo muscolarmente, con diversi saliscendi". Il mezzofondista della Sanremo Runners, uno dei miti dell'ultramaratona in Italia, sta vivendo un'altra avventura indimenticabile.

Luciano Sardiello delle Frecce Zena ci comunica una bella notizia da Treviso: "Per motivi logistici ci vediamo impegnati in un campionato regionale veneto; Giulio Imberciadori si cimenta nel  primo 10000 m della sua nuova categoria “promesse”. Gara molto positiva per il giovane atleta biancorosso in trasferta , visto che conquista il minimo per partecipare ai nazionali sulla distanza dei 5000 metri bissando le gesta del fratello della scorsa settimana. Per la nostra freccia la gara comincia al 7° km dove cambia la sua azione aumentando il ritmo in netta progressione concludendo con un bellissimo 32:23.97 giungendo 6° assoluto e 3° della categoria “promesse”. Quest’anno per la nostra società sarà storico visto che avremo due finalisti sui 5000 metri ai campionati Italiani: tutto questo è frutto di serietà verso allenatori e società da parte di questi due seri atleti ripagati con tutte le attenzioni dovute verso chi si impegna come Giulio ed Enrico. Fieri di Voi che portate l’ Atletica Frecce Zena 2003 così in alto!Grazie di cuore".

CLASSIFICA:

 Mich Francesco Atletica Trento 31:53.20
Cavallar Alex Atl. Valli di Non e Sole 31:59.62
Avon Diego Spak4 Padova 32:00.48
Torrico Daniele Trieste atletica 32:12.44
Franceschini Emanuele Quercia Trentigrana 32:19.16
Imberciadori Giulio Atletica Frecce Zena 32:23.97

 

 

In un fine settimana di rara intensità per lo scenario ligure, una bella notizia: Adriano Rodrigo (Cus Genova) si è laureato campione italiano master (M45) di pentathlon lanci a Santhià (Vercelli)con 3435 punti. Un premio alla carriera per un atleta serio, modesto, che ha scritto la storia delle discipline da lancio (con predilezione per il martello) da tanti anni in Liguria. Ancora adesso Adriano dice la sua nei campionati di società. Si può dire che il Cus Genova può fare affidamento sempre sulle sue qualità morali e agonistiche. Un grande campione.

A molti magari sarà sfuggita, ma oggi, domenica 10 aprile Catherine Bertone (Sandro Calvesi Aosta) si è piazzata al quarto posto della Maratona di Rotterdam (Olanda) con 2h30'19" che è anche il nuovo record F40 italiano di categoria sulla distanza. Una prestazione maiuscola, con passaggi di 34'48" (10 km) e 1h14'08" a metà che ha portato il medico-atleta a un risultato presitigioso in una gara al solito molto veloce, vinta dall'etiope Gebrseslasea a vincere in 2h26'15". Citazione di merito anche per il laziale Carmine Buccilli, 16° assoluto in 2h16'30" nella gara vinta dal keniano Marius Kipserem in 2h06'11". RISULTATI- Uomini: 1° Kipserem (Kenya) 2h06'11"; 2° Deksisa (Etiopia) 2h06'22"; 3° Kirui (Kenya) 2h07'23"; 16° Buccilli 2h16'30". Donne: 1° Gebrselasea (Etiopia) 2h26'15"; 2° Kebede (Etiopia) 2h28'04"; 4° Bertone (Sandro Calvesi) 2h30'19".

In evidenza il gentil sesso alla Maratona di Roma di domenica 10 aprile: la migliore delle liguri è stata Simona Cassissa (Emozioni sport), abituata a partecipare a molte gare anche all'estero, 45° assoluta in 3h21'05" praticamente appaiata con l'amica e consocia Gabriella Repetto, 3h21'05". La veterana Gioacchina Di Vincenzo (Maratoneti Genovesi) ha chiuso al 173° posto con 3h37'19". La vittoria, in una cornice ambientale e di pubblico favolosa, è andata all'etiope Rahama Tusa in 2h28'49".

Sono stati diversi i piazzamenti dei liguri in occasione del Valle Rio Trail, competizione articolata su più distanze a Altavilla Monferrato (AL): sul percorso corto di dieci chilometri in evidenza Adraino Morelli (Maratoneti Genovesi), sesto in 41'26". Vittoria femminile per Clara Rivera (Atletica Cairo) in 44'07". Sulla distanza più lunga (23 km) decimo Matteo Agostini dell'Atletica Vallescrivia. Ecco i migliori classificati e i liguri- Uomini distanza 23 km: 1° Vincenzo Scuro 1h28'20"; 10° Matteo Agostini (Vallescrivia) 1h48'28"; 22° Bartolomeo Bacigalupo (Maratoneti Genovesi) 1h58'25"; 30° Massimo Pichetto (Peralto) 2h02'04". Uomini distanza 10 km: 1° Stefano Emma (Atletica Iriense) 35'04"; 6° Adriano Morelli (Maratoneti Genovesi) 41'26". Donne: 1° Clara Rivera (Atletica Cairo) 44'07".

 

http://www.wedosport.net/pub/cf/vedi_classifica.cfm?gara=42922

Meglio il piazzamento, del tempo realizzato a Bonn (Germania) dal marocchino-genovese Mohamed Rity: il mezzofondista del Delta Spedizioni, infatti, ha chiuso al terzo posto in 2h31'44" nella Maratona internazionale di una delle capitali morali tedesche.Ci mancava solo la Merkel a accogliere i concorrenti al traguardo…..scherzi a parte domenica 10 aprile si è messo subito in evidenza un terzetto guidato dal keniano Edwin Kosgei, dall'etiope Siyoun Lemma e da Rity. Il passaggio ai primi dieci chilometri è stato veloce: 32'38". Mohamed è passato poi a metà in 1h11'04", e quindii, vedendosi ormai terzo tranquillo, ha tirato i remi in barca. Davanti, Kosgei ha insistito fino a vincere in 2h16'07", mentre il grande favorito Lemma ha accusato la fatica con un crono finale di 2h27'52". Terzo Rity in 2h31'44", che ha avuto la soddisfazione di salire sul podio di una maratona estera.

Ancora una volta il genovese Vincenzo Tarascio si rende protagonista di un'impresa "estrema". Il sociologo genovese, classe 1959, ha iniziato ieri, sabato 9 aprile, la "No finish line" a Parigi (Francia). Si tratta di cinque giorni di corsa continua (si concludono il 13 aprile) su un circuito ricavato all'interno dei Campi di marte. Il tutto in prossimità della Torre Eiffel e di tanti luoghi della "Ville Lumière". L'ultramaratoneta della Sanremo Runners ci ha abituato a exploits del genere: in passato ha preso parte, tanto per fare degli  esempi, alla sei giorni di Colonia (Germania), alla 48 ore indoor di Brno (Repubblica Ceca), tutte prove terminate sempre in ottime condizioni e con quello spirito Zen che ha adottato da tempo. Vincenzo è seguito a Parigi dalla compagna Chiara Pitzalis che, magari, lo terrà aggiornato su Samp-Udinese…e noi lo seguiremo.   

Buona partecipazione a Boissano (Savona), dove il campo di località Marici ha ospitato una fitta serie di gare di contorno al campionato di società di corsa, del quale abbiamo dato ampia diffusione nelle ore precedenti. Marino Furlanetto (Trionfo Ligure) si è imposto sui 110 hs juniores con 14"98, mentre l'onnipresente Lorenzo Puliserti (Atletica Piemonte) ha vinto la gara del martello assoluti con 58.67. L'allievo Luca Biancardi (Arcobaleno) ha vinto gli 80 m in 9"24. Nel martello juniores primo posto di Pietro Lanfrit (Cus) con la misura di 46.27.  Nei 600 m cadetti Emerson Minetti (Trionfo Ligure) ha fatto emergere il suo talento chiudendo al primo posto in 1'33"21. Ecco i migliori risultati- Uomini- 80 m: 1° Luca Biancardi (Arcobaleno) 9"24; 2° Damiano Porcu (Arcobaleno) 9"53. 110 hs juniores: 1° Marino Furlanetto (Trionfo Ligure) 14"98, Disco allievi: 1° Marco Gerola (Casorate) 44.03. Disco juniores: 1° Aldo Collaku (Maurina) 48.26. Disco assoluti: 1° Lorenzo Puliserti (Atletica Piemonte) 39.62. Martello assoluti: 1° Puliserti 58.67. Giavellotto assoluti: 1° Denis Canepa (Arcobaleno) 51.07. Martello juniores: 1° Pietro Lanfrit (Cus Genova) 46.22. Giavellotto allievi: 1° Simone Sirello (Trionfo Ligure) 47.15. 600 m cadetti: 1° Emerson Minetti  (Trionfo Ligure) 1'33"21. Donne- 80 m: 1° Joanna Ammirati (Maurina) 10"69. 100 hs allieve: 1° Ammirati 15"29. Disco assolute: 1° Sandra Littardi (Cus) 32.72. Martello master: 1° Luana Gavioli (Arcobaleno) 31.42. Giavellotto assolute: 1° Alba Crescente (Cus) 34.66. Martello allieve: 1° Silvia Cortese (Maurina) 46.66.Giavellotto allieve: 1° Eleonora Chiesa (Arcobaleno) 32.47.

 

http://www.fidal.it/risultati/2016/REG10652/Index.htm

Ha tenuto fede alle aspettative "Tutta dritta", dieci chilometri da piazza S.Carlo a Torino fino a Stupinigi. Un percorso filante, dove il keniano Amos Kibiwott Kurgat ha fatto valere la legge di un ritmo superiore  vincendo in 28'58". Secondo il sorprendente marocchino Youssef Sbaai, terzo il campione europeo juniores di cross Yemaneh Crippa. Tanto per dire il livello della corsa, i primi venti sono scesi sotto 31'50". In campo femminile altro successo keniano con Mary Wangari vittoriosa in 33'31". Prima italiana Fatna Maraoui (Esercito), quarta in 33'51". RISULTATI (10 km)- Uomini: 1° Amos Kibiwott Kurgat (Kenya) 28'58"; 2° Youssef Sbaai (Marocco) 29'34"; 3° Yemaneh Crippa (Fiamme Oro) 29'41". Donne: 1° Mary Wangari (Kenya) 33'31"; 4° Fatna Maraoui (Esercito) 33'51"; 5° Silvia La Barbera (Forestale) 34'11"; 6° Valentina Costanza (Esercito) 34'45"; 15° Emanuela Mazzei (Cambiaso Risso) 38'30".

Indubbiamente i nove chilometri da Portofino a Rapallo costituiscono uno scenario unico al mondo: sportivamente parlando, sono diventati da anni il percorso di una gara che vanta sempre un buon numero di partenti (440), messi in fila domenica 10 aprile dal marocchino della Gau Struppa Hicham El Jaoui, alla prima affermazione di un certo valore. Con le frequenze fittissime che si ritrova, Hicham ha chiuso in 29'47" davanti al milanese Federico Pedrini. Da notare il quarto posto del promettente allievo Lorenzo Dodi (Due Perle). In campo femminile dominio dell'imperiese Erika Almondo davanti alla sorprendente Liliana Paganini, autrice di una decisa rimonta nel finale. RISULTATI (9 km)- Uomini: 1° Hicham El Jaoui (Gau) 29'47"; 2° Federico Pedrini (Daini Carate) 30'47"; 3° Corrado Taliano (Brancaleone Asti) 31'10"; 4° Lorenzo Dodi (Due Perle) 31'14"; 5° Francesco Mortola (Maratoneti Genovesi); 6° Ferdinando Bargellini (Due Perle). Donne: 1° Erika Almondo (Brancaleone Asti) 35'59"; 2° Liliana Paganini (Città di Genova) 37'25"; 3° Laura Ursillo (Delta) 37'32"; 4° Marta Gladys Grossi (Due Perle) 36'47".