Trail del Monte di Portofino, 8 dicembre 2019

Mezza delle Due Perle, 2 febbraio 2020

Bene Costa a Modena

L'allievo Davide Costa del Cus Genova, che ricordiamo azzurrino quest'estate in Azerbaigian, domenica 8 settembre ha ripreso molto bene l'attività agonistica vincendo nel martello il Trofeo Crotti-Ruggeri a Modena con la misura di 67.48 che è di livello nazionale.L'allievo di Valter Superina, ancora una volta, è stato al vertice della categoria.Bene anche Andrea Del Sarto (Duferco Spezia), che è stato terzo in 3'53"98 sui 1500. Gara vinta da Catalin Tecuceanu (Silca Ultralite) con 3'48"74.

Brignone argento nel cross agli Europei master

Domenica 8 settembre Valerio Brignone della Cambiaso Risso ha aggiunto un'altra medaglia alla pià ricca collezione ottenuta da runner di classe: è arrivato l'argento per la categoria M50 negli Europei master in corso di svolgimento a Jesolo (Venezia). Solo il portoghese Joaquim Figuereido ha fatto meglio di lui, chiudendo in 12'19", precedendolo di soli otto secondi dopo quattro chilometri. Al terzo posto un altro mezzofondista lusitano, Antonio Costa. Sesto Mauro Biglione , sempre della Cambiaso, in 12'52".

Vertikal Verezzi 2019

Il piemontese Davide Fia (Mondovì) e l'aostana Elisa Mea Vitton domenica 8 settembre si sono imposti nel Vertikal Verezzi, corsa in salita che dal Mar Ligure portava verso le alture del Savonese. 130 i partenti, seguiti nei loro sforzi dalla società Run Riviera Run. Primo ligure al traguardo Andrea Ermellino (Cambiaso Risso)

Campionati italiani 10 km Canelli

Decisamente una giornata da dimenticare, quella dei campionati italiani di dieci chilometri su strada disputati a Canelli (Asti). Parlano da soli cento ritirati, l'azzurro Pietro Riva ricoverato in ospedale perchè travolto e caduto in partenza, gli assoluti uomini che vengono fermati dopo tre chilometri di gara  e fatti ripartire dopo due ore , stop del gruppo di testa delle allieve quando mancava un giro al termine....Della giornata poco felice in terra piemontese (è un eufemismo) ricordiamo la bella prova di Clara Costadura, 41° in 36'22", e la vittoria di Aurora Bado fra le allieve, anche se il malinteso organizzativo sui sei chilometri guasta il titolo tricolore.Per la cronaca, il migliore dei liguri è stato Gebrehanna Savio (Cambiaso Risso), 55° in 32'25".

http://www.fidal.it/risultati/2019/COD7711/Index.htm

14° Correndo e marciando in Valbrevenna

Enrico Garrè (Vallescrivia) ha ripreso la fuga di Lorenzo Conterno (Delta) andando a cogliere il primo posto della 14° "Correndo e marciando in Val Brevenna", che ha raccolto  domenica 8 settembre nell'interno di Casella pochi concorrenti, tutti alle prese con salite durissime. Terzo Danilo Giacopetti (Corrinvallestura). Prima fra le donne Maria Cristina Parodi (Squilibrarunners).

Expò in marcia 2019

"Ne avevo ancora". Sono le prime parole di Luca Schiasselloni (Delta), appena tagliato vittorioso il traguardo di "Expò in marcia", veloce competizione di cinque chilometri disputata a Pontedecimo, in occasione della classica sagra di fine estate. "Siamo sempre stati in testa io e Andrea Boccardo, poi ho allungato". Prima vittoria dell'anno per il medico di Santa Margherita Ligure, che alterna corsa a triathlon con ottimi risultati. Al secondo posto Andrea Boccardo, 50enne "storico (e stoico)" della Podistica Valpolcevera. Terzo Fabio Scognamillo della Peralto. Silva Dondero, da par suo, ha collezionato la vittoria numero 45 davanti all'emergente Giorgia Testa (Team 42,195) e a Ruth Thuman (Valpolcevera).

Grandi risultati sui 10 km a Praga

Migliori prestazioni mondiali sfiorate a Praga, sabato 7 settembre, in occasione del Grand Prix Birell: il keniano Geoffrey Koech ha vinto in 27'02" precedendo, dopo accanita volata, il connazionale Matthew Kimeli, 27'07". I primi cinque hanno chiuso sotto 27'30", esattamente Bravin Kiptoo, 27'11", Shadrack Koech, 27'21", e Benard Kimeli, 27'29". Koech è andato a 18 secondi dal mondiale di Leonard Komon (26'44" del 2010). E non hanno scherzato nemmeno le donne: la keniana Sheila Chepkirui ha preceduto in 29'57"  Dorcas Jepchumba, accreditata dello stesso tempo. Ha tremato il record di Joyciline Jepkosgei (29'43" ottenuto nella stessa gara lo scorso anno)

Risultati Meeting Torretta

Tania Vicenzino (Esercito) sabato 7 settembre ha dominato la gara del lungo . L'azzurra è atterrata a 6.40 (vento nella norma di 1.7) e al secondo posto si è piazzata l'eptahleta azzurra Eleonora Ferrero (Cus) con 5.65 (anche qui, 1.7). Buona prova nei 1500 donne per la toscana del Cus Pisa Federica Baldini, prima nettamente con 4'33"47. Nell'analoga gara maschile si è imposto Alessio Padula (Arcobaleno), che con 4'02"01 ha superato il consocio junior Andrea Di Molfetta (4'03"80). Primo posto nei 400 di Abdessalam Machmach (Alperia) con 48"32 davanti allo junior Alessandro La Mantia (Duferco Spezia) 50"34. Nell'asta affermazione del campione italiano allievi Matteo Oliveri (Maurina) con 4.30; nel giavellotto primo posto di Denis Canepa (Arcobaleno) con 65.05.

Camminata di Pasturana 2019

Sabato 7 settembre vittoria numero 44 nel 2019 per l'inarrestabile Silva Dondero, che per i colori dei Maratoneti Genovesi si è imposta al termine dei sei chilometri della Camminata di Pasturana (Al). Primo posto davanti a Maura Norbiato (Novese) e a Loredana Fausone (Brancaleone Asti). Quinta la consocia Giovanna Moi. Claudio Vassallo, il presidentissimo dei Maratoneti Genovesi, è riuscitoi a salire sul podio della categoria 61/65.

Primi risultati dalla Torretta

Si urla al grande risultato dalla pista pregiata della Fontanassa di Savona quando, nella finale dei 100 uomini, sabato 7 settembre il francese Amaury Golitin sfreccia per primo sul traguardo in 10"17, ma l'anemometro parla chiaro: 2.8 metri a favore! Peccato, perchè il velocista transalpino aveva preceduto , nell'ordine, gli azzurri Simone Tanzilli (10"30)  e Wanderson Polanco, 10"35.

Intervista a Fabrizio Pertile

Fabrizio Pertile, sanremese, classe 1977, ha sempre avuto l'atletica nel sangue. Da quando, nell'Atletica Vallecrosia dei tecnici Sergio Cagnati e Marco Muratore , inizia a saltare. E bene. L'ambiente è quello di una piccola società di Provincia dove si fa atletica con passione, ma anche con competenza. Lì si allenano i mezzofondisti Claudio Terranova e Steeves Greco, lì salta in alto Ettore Ceresoli, che arriverà a 2.28 e prenderà parte ai Mondiali del 1995. "Nell'alto sono arrivato a 1.96, ma quando l'asticella iniziava a salire, mi bloccavo". Nella sua "seconda giovinezza di atleta master (sette titoli italiani all'aperto) , il ragazzo di Sanremo , dopo il sesto posto nel triplo agi Europei di Jesolo con 12.80, punterà nei prossimi giorni a fare bene nel lungo: "Proprio così, per non disperdere energie ho deciso di gareggiare solo nel lungo e non nell'alto. Cercherò di giocare bene le mie carte". A più di 40 anni il cussino ha l'energia e la tecnica di una cavalletta nel lungo. "Magnifica l'atmosfera degli Europei- dice- c'è un livello tecnico incredibile. Ho visto quarantenni scendere sotto gli undici secondi nei cento metri. Ci sono anche amicizia, rispetto reciproco". Tornando alla sua carriera, Fabrizio ha vestito le casacche di Trionfo Ligure e della prestigiosa Riccardi Milano: " A Milano mi sono laureato in Scienze Motorie. Poi, per problemi di lavoro, ho smesso con lo sport. Ho ripreso dopo dieci anni". E dopo dieci lunghi anni, ecco Pertile riprendere entusiasmi e spirito agonistico. Addirittura, la misura di 12.80 nel triplo ottenuta qualche giorno fa è migliore di quando gareggiava come allievo!: "Al Cus Genova ho trovato un ambiente molto bello. L'anno scorso ho avuto l'onore di prendere parte alla finale assoluta. Una magnifica esperienza". Continua a saltare, ragazzo, e a atterrare sempre più lontano.......

Login