Trail del Monte di Portofino, 8 dicembre 2019

Mezza delle Due Perle, 2 febbraio 2020

Pertile quinto nel, lungo agli Europei

Ancora  una grande prova da Fabrizio Pertile. Il saltatore sanremese del Cus Genova sabato 14 settembre ha conquistato il quinto posto nel salto in lungo M40 degli Europei master di Jesolo (Venezia) con 6.15. Una misura ottenuta al secondo tentativo in una gara che , complessivamente, ha visto tre balzi sopra i sei metri. Il primo posto è andato al romeno Cosmin Lupu (6.40) davanti allo spagnolo Marc Pascual (6.39) e al francese David Gossec (6.35). Una competizione davvero di alto livello.

Due medaglie di Faedda a Jesolo

Due medaglie dalla marcia negli Europei master in corso di svolgimento a Jesolo. L'inappuntabile Bachisio Faedda (Trionfo Ligure), più volte medagliato in passato, ha vinto il bronzo della categoria M50 dando ennesima prova di continuità. L'Italia , grazie alla sua prestazione, ha vinto l'oro di categoria. Gli altri componenti del team azzurro, mercoledì 11 settembre, sono stati Giancarlo Camiletti (Kronos Roma) e Sebastiano Barone (Libertas Militello).

19"72 di Pietro Mennea 40 anni fa

"Sono le 15.15 del 12 settembre 1979. In Italia, per quanto l'ora sia abbastanza tarda, le 23.15, non pochi occhi sono puntati sul teleschermo. Il clima è caldo umido: la metropoli messicana, come al solito, è schiaffeggiata dal vento, con un bagaglio di minacciose nuvole che lasciano presagire una pioggia che fortunatamente non cade....lo stadio non era molto affollato e noi atleti ci avvicinammo alla linea di partenza: Bourakov, Dunecki, Kablan, Smedegaard, De Silva, Melvin ,Bennett e io naturalmente....prima della finale Vittori , per caricarmi, mi disse a muso duro che avevo l'ultima occasione della mia vita, che non avrei avuto più prove di appello....Lo sparo: sono partito veloce rialzandomi in spinta perfetta coprendo i primi 100 metri in 10"04 (manuali) che significa 10"28 elettronici, tempo eccezionale se si pensa che sono stati corsi in curva..Ho "remato" leggermente in curva, ma ho contenuto benissimo la sbandata...Gli ultimi 50 metri sono stati fenomenali, infatti i secondi cento metri sono stati coperto in 9"44...Tagliato il traguardo mi sono piegato su me stesso , gli occhi chiusi,, le orecchie tese a captare qualche segnale...poi il boato della folla, ...19"72, record del mondo!". Ecco le impressioni di una giornata fenomenale, quella di 40 anni fa. Ecco quanto riportato nel libro: "19"72, il record di un altro tempo".Era il 12 settembre 1979 e il ragazzo del Sud,Pietro Mennea, la "freccia di Barletta", stabilì il mondiale dei 200 metri. Ci sarebbero voluti 17 anni perchè a Atlanta l'americano Michael Johnson corresse in 19"66... 

Sprenger terza neli Europei di Jesolo

La classe non è acqua.....martedì 10 settembre Cassandra Sprenger del Cus Genova è stata molto brava nel conquistare il bronzo della categoria W45 nei 400 agli Europei master di Jesolo (Ve). Cassandra ha anciora nelle fibre i responsi cronometrici e le sensazioni di quando primeggiava nei 400 ostacoli. Il background è venuto fuori sulla pista veneta, dove Cassandra è stata terza in 1'02"76 nel "giro della morte" vinto dalla svedese Jenny Akervall in 1'01"64 davanti alla spagnola Nuria Grisalba, 1'02"36. Davvero una grande prova.

Staffetta "5000 in due" a Novi Ligure

Il duo Abdesselam Machmach (Atletica Alperia)- Alessio Padula (Arcobaleno) martedì 10 settembre ha dominato la staffetta "5000 in due" disputata sulla pista di Novi Ligure (Al). Fra le donne successo della Novese (Bergaglio/Guerra), mentre la classifica "lui/lei" ha visto il primo posto della Brancaleone Asti (Gabriele Astorino/Carola Corradi). Buona la partecipazione: i liguri si sono consolati con il primo posto nella Over 60 uomini con Giuseppe Lombardo e Giuseppe Balostro, e nella Over 60 donne grazie alla coppia Anna Brizioli- Giovanna Moi.

Bogliolo sesta a Minsk

Luminosa Bogliolo è stata sesta, martedì 10 settembre, nell'incontro Usa-Europa di Minsk (Bielorussia). L'azzurra alassina , dopo una falsa partenza attribuita all'americana Mc Reynolds, non è partita al meglio nei 100 ostacoli, poi è riuscita a distendersi, ma le avversarie più  accreditate le sono letteralmente scappate davanti. "Lumi" non si è disunita, ha superato le barriere con buona tecnica, e alla fine è stata sesta in 13"05. Vittoria alla potentissima americana Sharika Nelvis, che ha scavato un solco fra sè e le avversarie e ha vinto agevolmente in 12"81 davanti alla polacca Karolina Koleczek, 12"96, e all'idolo di casa Elvira Herman, 12"92. Luminosa ha avuto l'onore, stasera, di rappresentare l'Europa. Un sogno, fono a qualche anno fa. 

Luminosa Bogliolo stasera a Minsk

L'ottava corsia saprà illuminarci d'immenso come già avvenuto nella splendida prima parte di stagione 2019? Luminosa Bogliolo martedì 10 settembre rappresenta l'Europa a Minsk, Bielorussia, nell'incontro chiamato "The Match", quasi a bucare il video e a fare immagine in un mondo dei media così avaro di spazi per l'atletica. Usa-Europa: confronto d'altri tempi, occasione prestigiosa in occasione della quale la ragazza di Alassio si confronterà con regine di valore mondiale. E allora ecco l'occasione per migliorare finalmente il record italiano dei 100 hs di Veronica Borsi, quel 12"76 al quale lei si è avvicinata un'infinità di volte. Nella start list ci sono Karolina Koleczek, polacca con record personale di 12"75; l'americana Tiffany Reynolds (12"72); la bielorussa Elvira Herman (12"64); Queen Clarke (12"43); la finnica Annimari Korte (12"72); Shakira Nelvis (12"34); Katia Barber (12"91). Alle 20.18 di martedì 10 settembre "Lumi" sarà sui blocchi....

Domenica 15 settembre il 14° Giro dell'Acquedotto

 

 

COMUNICATO STAMPA 14° GIRO ACQUEDOTTO

Domenica 15 settembre è la giornata della riscoperta podistica dell’alta Val Bisagno con il 14° Giro dell’Acquedotto, la classicissima autunnale che, da  Genova-Struppa (ritrovo ore 8 presso la sede Gau di via Suppini) porta verso la suggestiva località di Cartagenova. Si corre sulle pietre lastricate dell’antica costruzione (della quale si favoleggia l’età di costruzione romana) che conduceva il bene prezioso dell’acqua a tutta una parte di Genova, e che fu ripresa architettonicamente in età napoleonica. Un gioiellino di ingegneria idraulica diventato luogo privilegiato di training per podisti e runner. Si corre in un ambiente naturale, dove i rumori del calpestìo sul sentiero si confondono con i cinguettii e con lo stormire delle fronde….anche quest’anno la Gau Struppa ha organizzato al meglio la corsa, che è il rientro agonistico dopo le vacanze. La partenza verrà data alle 9.30. Il percorso è di dieci chilometri. Premi in natura ai primi tre uomini e donne.Idem per i primi tre delle numerose categorie amatoriali (13). A tutti andrà un pacco gara. Per informazioni e iscrizioni si può contattare la Gau (010/802344)  o mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Danilo Mazzone- Addetto Stampa

Davide Re terzo in Europa-Usa

Forse con le pile un pò scariche per l'intensissima stagione, lunedì 9 settembre Davide Re è riuscito a salire sul podio dell'incontro internazionale Usa-Europa a Minsk (Bielorussia). I 400, inseriti nel contesto di un incontro dal sapore antico, hanno visto subito in testa il duo americano Cherry-London. Sull'ultimo rettilineo Davide è stato autore di una rimonta che l'ha portato in terza posizione in 46"05. La vittoria è andata all'americano Micheal Cherry in 45"13 davanti al connazionale Willie London, 45"39. Pur non correndo ai livelli da record italiano, il velocista cresciuto nella Maurina Imperia e adesso accasato alle Fiamme Gialle si è tolto la soddisfazione di cogliere il bronzo in un incontro prestigioso. E scusate se è poco....

A Willis il Miglio della Quinta Strada

Il fascino di Manhattan resiste sempre. E con esso, quello di una New York tutta da correre. Se poi ci aggiungiamo l'alone mitico che si porta dietro la distanza più anglosassone che ci sia (il miglio, 1609 metri), il successo è assicurato. Domenica 8 settembre il neozelandese Nick Willis ha vinto il classico Miglio della Quinta Strada in 3'52. Lo stagionato (classe 1983) runner kiwi, che è stato argento nei 1500 m all'Olimpiade di Pechino 2008,. ha lottato non poco per avere ragione dell'americano dell'Ohio Sam Prakel, acccreditato dello sresso tempo, così come di Chris O'Hare. Un dato impressionante: in 18 sono scesi sotto il limite dei 4'00" (!). L'ultimo a riuscrirci , in 3'59", è stato Pat Casey dell'Arizona. Fra le donne successo Usa grazie a Jenny Simpson (4'17").

Canepa primo a Cuneo

Denis Canepa (Arcobaleno Savona) domenica 8 settembre ha vinto la gara di giavellotto del Meeting Panathlon di Cuneo con la misura di 69.24, che per l'atleta savonese rappresenta il record personale con oltre due metri di miglioramento.Si tratta anche della seconda vittoria in due giorni.

Login