Trail del Monte di Portofino, 8 dicembre 2019

Mezza delle Due Perle, 2 febbraio 2020

La prima Berlin Marathon dopo la riunificazione

Il 30 settembre 1990 si disputò la prima Maratona di Berlino post Muro. L'odiosa separazione fra le due Germanie era crollata nel novembre del 1989, quella fu la prima Berlin Marathon in odore di riunificazione ufficiale (che ci sarebbe stata tre giorni dopo). In 25.000 corsero da Charlottenburg Gate fino alla Porta di Brandeburgo, e la corsa vide la grande prestazione dell'australiano Steve Moneghetti, che prese la testa verso il 30esimo chilometro nel finale "Mono", che ricordiamo acerrimo rivale di Bordin nei Mondiali 1987 (quarto), riuscì a resistere, con una vera smorfia di dolore sul viso, al ritorno del tanzaniano Gidamis Shahanga e vincere in 2h08'16", allora migliore prestazione stagionale. Shahanga fu secondo in 2h08'32". Uta Pippig (ex Ddr), vinse in 2h28'37".

21° Trofeo Tania Galeotti

Liguri in evidenza, domenica 15 settembre, nel 21° Trofeo Tania Galeotti su pista a Rubiera (Reggio Emilia): Andrea Del Sarto (Duferco Spezia), confermando una continuità esemplare, ha vinto i 2000 m in 5'24"99 davanti all'imolese Riccardo Gaddoni, 5'26"91. Alessio Padula (Arcobaleno Savona) è stato quinto sui 500 in 1'05"22 nella gara vinta da Abdessalam Machmach (Alperia) (foto tratta dal profilo Fb di Machmach) in 1'01"83

Regionali allievi e cadetti 2019

CAMPIONATI REGIONALI ALLIEVI E CADETTI

Volano i martelli di Davide Costa del Cus Genova (67.83) e di Ilaria Marasso (Trionfo Ligure, 56.70) nella due giorni (14-15 settembre) di campionati liguri individuali allievi e cadetti disputata a Boissano (Savona). I due allievi, già nella prima riunione che segna il rientro agonistico dopo la piccola pausa estiva, fanno segnare misure di valore nazionale sul green di località Marici. Altre prestazioni interessanti sono venute da Marco Zunino (Atletica Arcobaleno), primo nei 400 (50”69) e 200 (22”83 con vento oltre la norma, +2.2). Giuditta Ponsicchi del Cus Genova ha realizzato una doppietta 100/200 con 12”78 (+0.7) e 25”35 (+1.4). La campionessa italiana allieve su strada Aurora Bado (Arcobaleno) si è imposta su 800 e 1500 (2’23”41 e 4’56”01). Nel triplo allieve affermazione di Irene Cassinelli (Don Bosco) con 11.19 (+1.1).Nei 100 maschili primo posto di Giacomo Burlando (Trionfo Ligure) con 11”29 (+0.2) davanti al consocio Alessandro Cappelli (11”33).  Per quanto riguarda la categoria cadetti, in evidenza nel mezzofondo Fiorenzo Angelini (Atletica Varazze), con un’accoppiata 2000/1000 (6’00”06/2’44”21). Vincitore in due competizioni anche Federico Ribolla (Duferco Spezia) con 9”70 sugli 80 (-0.1) e 39”41 sui 300 m. Daniele Parodi (Città di Genova) sui 1200 m siepi ha vinto in 3’41”40 precedendo di stretta misura Abdi Bambi (Don Bosco), 3’41”60. Negli 80 m vittoria di Greta Brero (Atletica Cairo) con 10”73 (+0.3), dopo avere corso in 10”61 (+0.3) in batteria. 

http://www.fidal.it/risultati/2019/REG22102/Index.htm

Danilo Mazzone-Addetto Stampa Fidal Liguria

 

Tarascio terzo a San Giovanni Lupatoto

Non ha perso certo l'abitudine di prendere parte a ultramaratone e a gare "estreme" Vincenzo Tarascio. Il 60enne podista dell'Atletica Due Perle fra sabato 14 e domenica 15 settembre ha preso parte alla 24 ore di San Giovanni Lupatoto (Verona), classica competizione autunnale che è valsa quale campionato italiano. "Si è trattato di un circuito di 1500 metri- dice Vincenzo- e ho sofferto il grande caldo, malgrado mangiassi dei ghiaccioli. Alla fine ho percorso 150,8 chilometri e mi sono piazzato terzo di categoria M60". Un'altra esperienza incredibile nel carnet di uno dei nomi degll "ultramaratoneti" italiani.

Titolo europeo per Silvia Bolognesi

Da quando è entrata agonisticamente nella nuova categoria, ha collezionato non sappiamo quanti titoli. Domenica 15 settembre Silvia Bolognesi della Cambiaso Risso ha conquistato il titolo europeo W65 di mezza maratona a Jesolo (Venezia) in 1h32'51", nuovo record continentale di categoria. Il tutto al termine di una gara interpretata magistralmente, e nonostante il caldo intenso 

Carcorrendo 2019

Alessio Bozano (Podistica Savonese) e l'inappuntabile Silva Dondero (Maratoneti Genovesi) hanno vinto domenica 15 settembre la "Carcorrendo", corsa podistica che si è sviluppata in Val Bormida, nell'interno di Carcare (Sv).

Record mondiale di Geoffrey Kamworor

Geoffrey Kamworor è nato a Chepkorio (Kenya) il 22 novembre 1992. Fino a domenica 15 settembre deteneva la 20° prestazione mondiale sulla mezza maratona con 58'54". Incredibile lo stato di forma a Copenhagen (Danimarca), dove il formidabile mezzofondista africano ha costruito la nuova migliore prestazione mondiale con passaggi di 13'51" (5 km), 27'32" (10 km) e 41'03" (15 km) chiudendo poi in 58'01", diciassette secondi in meno rispetto al 58'18" di Abraham Kiptum (Valencia, 28 ottobre 2018). Geoffrey ha alzato l'asticella a 2'45" al chilometro.

Anteprima Giro Acquedotto 2019

Andrea Giorgianni (Delta) e l'azzurra Emma Quaglia (Cambiaso Risso) hanno vinto domenica 15 settembre il 14° Giro dell'Acquedotto a Struppa, organizzato dalla Gau. Dietro a Giorgianni si sono classificati, nell'ordine, Fabio Valentini (Frecce Zena) e Diego Picollo (Maratoneti Genovesi). Emma Quaglia ha preceduto nell'ordine la consocia Sonja Martini e Carola Corradi (Brancaleone Asti). A presto la classifica completa.

Scalata a Caravaggio 2019

Da lassù, dai 400 metri sul livello del mare, si gode di una vista stupenda sul Golfo Paradiso e sul Tigullio. Ma per godere del Paradiso bisogna affrontare l'Inferno di sette chilometri con tratti da chilometro verticale, e con i gradoni del Santuario a rendere massacranti gli ultimi metri....Andrea Boccardo della Podistica Valpolcevera ha fatto valere la maggiore esperienza nei confronti del giovane Luca Schiasselloni del Delta per aggiudicarsi il primo posto della Scalata di Caravaggio, corsa in salita fino alla collina del Tigullio dal centro di Recco. Poi, duello tutto Delta: terzo posto per  con Davide Martini che precedeva Stefano Privino, specialista nazionale di obstacle race. Quinto Diego Martini, padre di Davide. La società di Romano Roma gioiva per il primo posto della rientrante Daniela Olcese, prima davanti a Valentina Pippo (Val Taro).

Record italiano W60 nella 4x100

Daniela Fassi non finisce di stupire. Sabato 14 settembre la formidabile velocista dell'Atletica Varazze ha trascinato le consocie dell'Italia W60 al titolo europeo master nel corso dei campionati europei che si concludono domenica a Jesolo (Venezia). Non solo: con 59"77 Daniela, Mariuccia Quilleri (Virtus Castenedolo), Lorenza Turreni (Romatletica Footworks), Graziella Cermara (Atletica Misano) hanno stabilito la migliore prestazione italiana. Una giornata indimenticabile per l'attività master in Italia, quantomai viva e brillante.

Bogliolo vince a Chorzow

Appena tagliato il traguardo, Luminosa serra i pugni come a dire: "Ce l'ho fatta". In un attimo vengono cancellate le preoccupazioni e le ansie del piede sinistro che l'avevano condizionata non poco nell'incontri Usa-Europa di Minsk. Lumi torna a vincere con azione potente, incisiva, già dopo la seconda barriera, e alla fine si mette dietro due concorrenti di grande valore come l'idolo Karolina Kolecezek (12"93) e la bielorussa Elvira Herman, stesso tempo. Luminosa abbraccia Karolina, quasi a dimostrare che, oltre al furore agonistico, ci sono amicizia e condivisione di emozioni. Insomma, la Bogliolo dimostra di avere feeling con la terra polacca: dopo la vittoria di Bydgoscz, ecco Chorzow. Tra una decina di giorni, i Mondiali di Doha. Noi, sabato 14 settembre, ci godiamo il grande successo della ragazza di Alassio....

Login