Trail del Monte di Portofino, 8 dicembre 2019

Mezza delle Due Perle, 2 febbraio 2020

Dal 22 maggio 1987 al giugno 1994: Robert Emmiyan

Il 22 maggio 1987 una breve d'agenzia batte: "A Tsakhkadzor, località caucasica dell'Unione Sovietica, Robert Emmiyan ha saltato 8.60 metri nel lungo, avvicinando 8.90 mondiale di Bob Beamon". Giugno 1994 :Robert Emmiyan è una delle star del Meeting Arcobaleno di Celle Ligure. Anche se fa caldo, gareggia con una calzamaglia.Classe 1961, è alla fine di una carriera gloriosa. Ha ancora la forza di saltare 7.74 e di vincere. "Robert, come vanno le cose in Armenia?". "Io attualmente vivo a Parigi, dove insegno fitness. Sta cambiando tutto al mio paese"- e per un attimo sembra preoccupato-"tutto è diverso". Il crollo del Comunismo, la nascita dell'Armenia, paese crocevia di culture, tormentato. Là, nel Caucaso, è nato uno dei saltatori più grandi: "Hai qualche rimpianto per non avere realizzato il mondiale?". "No"- risponde sereno-"avevo davanti un atleta come Carl Lewis. Un mostro". E a sentirlo dire da lui: " A volte ho nostalgia della mia terra. Prima di saltare, guardo le foto dei miei genitori che sono morti durante il Terremoto. Mi danno forza". Estate 2014. Sono in Armenia in viaggio di piacere. Ho scoperto panorami magnifici, quasi da Arizona. Chiedo alla nostra guida se conosce Emmiyan "Chi è?". Non approfondisco il discorso. Certo, è una delusione. Giorgio Ferrando, manager del Meeting Arcobaleno, mi dice che Robert è andato a allenare nel Qatar. Ciao Robert, dovunque tu sia....

Login