Trail del Monte di Portofino, 8 dicembre 2019

Mezza delle Due Perle, 2 febbraio 2020

Libro "L'oro di Mosca"

Il recupero nei confronti dello scozzese Alan Wells, le braccia alzate al cielo in segno di liberazione...Nessuno dimenticherà facilmente l'oro di Pietro Mennea il 28 luglio 1980. "A cinquanta metri dalla fine pietro era spacciato- commentò Candido Cannavò, allora direttore della Rosea- "poi entrò in un'altra dimensione". Vent'anni dopo il primo posto di Livio Berruti, con il quale  non ebbe mai un rapporto facile,un altro italiano si mette al collo l'oro dei duecento metri. "L'oro di Mosca", scritto dal grande velocista pugliese (Delta3-2010) è il diario di una grande impresa. C'è la rabbia di Primo Nebiolo alla notizia che a Pietro avevano assegnato l'ottava corsia, poi ecco Allan Wells commentare signorilmente il suo secondo posto: "Ha saputo correre meglio di me nel finale. Complimenti. La vita è bella". Ci sono le biografie dei finalisti e anche i programmi di allenamento sotto l'attenta supervisione di coach Vittori. 

Login