Trail del Monte di Portofino, 8 dicembre 2019

Mezza delle Due Perle, 2 febbraio 2020

13 maggio 1978 a Seattle...

Seattle, città americana sul Pacifico, a poca distanza dal Canada, acquista una certa fama atletica per merito del keniano Henry Rono, che nel suo anno di grazia stabilisce il record mondiale dei tremila siepi con 8'05"4. E' il 13 maggio 1978, 42 anni fa. Cancella il tempo di 8'08"02 dello svedese Anders Garderud ottenuto nella drammatica finale olimpica di Montreal del sette luglio 1976. Il record mondiale durerà molto. Undici anni dopo Peter Koech, altro keniano, correrà in 8'05"35, miglioramento millimetrico ma matematico. Succederà a Stoccolma il 3 luglio 1989. Quindi, come succede spesso nell'atletica su pista, un altro lungo periodo. Ma quello che succede nel 1997 è incredibile: il 13 agosto Wilson Boit Kipketer è il primo a scendere sotto il limite degli otto minuti: vince a Zurigo in 7'59"08. Tempo due settimane, e a Colonia c'è un'altra grande gara: sono sempre due keniani a animarla. Bernard Barmasai alza di nuovo l'asticella del record vincendo una gara fantastica in 7'55"72 davanti a un altro grandissimo come Moses Kiptanui, 7'56"16.  Nel 2001 è il marocchino Brahim Boulami, poi squalificato per doping, a vincere il meeting di Bruxelles in 7'55"01. L'ultima parola spetta al qatariano (ex keniano) Saif Saaeed Shaheen , che il 3 settembre 2004 lima ulteriormente secondi concludendo in 7'53"63. Chi farà meglio?

Login