Trail del Monte di Portofino, 8 dicembre 2019

Mezza delle Due Perle, 2 febbraio 2020

22 marzo 1981.....

Uno dei maestri della maratona è stato il giapponese Toshihiko Seko. Nato il 15 luglio 1956, il mezzofondista nipponico è stato capace di vincere a Boston, Chicago, Tokyo e Fukuoka. Il record personale ? 2h08'26" nel 1986. Capace di sobbarcarsi migliaia di chilometri al giorno, diede vita a innumerevoli leggende metropolitane. Al termine di una conferenza stampa, pare che un giornalista gli avesse chiesto: "Nelle sue giornate così piene, c'è tempo per uscire con la ragazza?". "Marathon is my girl", rispose serafico.In realtà l'impassibilità del campione asiatico, la sua freddezza (capace di percorrere l'ultimo chilometro di una maratona in 2'48") erano un mito: a Los Angeles , Olimpiade 1984, naufragò letteralmente. I giornalisti gli chiesero perchè fosse giunto negli Usa solo la vigilia della gara: "Il mio allenatore, Nakamura, sta male. Sono andato a trovarlo in ospedale". Seko è presente nel libro: "L'arte di correre", di Murakami.Il 22 marzo 1981, a Christchurch (Nuova Zelanda) stabilisce la migliore prestazione mondiale dei 30 km su pista in 1h29'18"

Login