Alle (circa) 16.40 Francesca Durante della Fanfulla Lodigiana taglia per prima il traguardo della gara femminile in 37’07” , e contemporaneamente, della gara F40: “Caldo, certo, durante il percorso, ma la gente mi ha fatto un gran tifo, poi vengo da Verbania, in fondo sempre su uno specchio d’acqua siamo…”. Il suo è stato un confronto molto teso con la formidabile 50enne Claudia Gelsomino, lombarda della Cardatletica, che ricordiamo fra l’altro prima nella recente Savona Half Marathon. Solo sette secondi le hanno separate sul traguardo posto in prossimità dei bagni San Nazaro. La testa della corsa è stata presa subito, con molto coraggio, dall’ex specialista azzurra dei 400 ostacoli Martina Rosati della Trionfo Ligure. A metà gara Martina era terza, poi cede ma comunque è argento nella F35 con 38’39”: “Ci ho provato, cosa dire. Il caldo ci ha fatto soffrire, ma salire sul podio di una manifestazione così partecipata è sempre una bella soddisfazione”. Nella gara femminile erano presenti atlete di grande livello come l’ex azzurra di cross Patrizia Tisi, alla fine terza della F45, per la quale il running adesso ha un sapore diverso: “Il presidente della mia società, l’Atletica Paratico- dice- organizza molte trasferte. Adesso mi diverto”. Per quanto riguarda le genovesi, detto del secondo posto F35 di Martina Rosati (Trionfo Ligure), da rilevare la vittoria nella F65 di Silvia Bolognesi (Cambiaso Risso) con 43’41”. Bronzi per Sonja Martini (Cambiaso Risso)  nella F40 (39’41”) e per Emanuela Massa (Cambiaso) nella F50 (40’14”). Nella F45 podio sfiorato da Luciana Bertuccelli (Avis Castelnuovo magra), quarta con 40’04”, da Susanna Scaramucci (Varazze) nella F60 (45’32”), da Monica Strano (Delta) nella F55 (44’21”). Quarta anche Santa Giardina (Peralto) nella F65 con 53’03”. Quinta Maura Camattari (Delta)  nella F60 con 48’56”.