L’infaticabile lavoro di Marco Mura ha fatto aggiungere all’ottavo Meeting Città di Savona , in programma mercoledì 29 maggio sulla pista della Fontanassa, altri atleti di valore…stellare. Non esageriamo perché parliamo, ad esempio, di Isaac Makwala del Botswana, nome nuovo, da qualche anno a questa parte, di 200 e 400 m, distanze dove è stato l’alternativa vera allo strapotere del sudafricano Wayde Van Niekerk. I tempi parlano da soli: 19”77 sui 200 m e 43”72 sui 400, oro ai Giochi Africani del 2015, due titoli continentali e successo ai Giochi del Comminwealth 2018. Nella “gara che uccide” al via anche gli azzurri Michele Tricca e Mario Lambrughi.  Anche i 400 femminili rivestono grande interesse: al via la scozzese Zoey Clark, 51”36 di personale, argento nella staffetta del miglio con la Gran Bretagna agli ultimi Europei. Spettacolo anche nei 100 donne, con l’inglese Darryl Neita, vicecampionessa mondiale della 4x100 agli ultimi Mondiali, e la giamaicana Remona Burchell, finalista iridata dei 60 m indoor.