Si può dire che l’edizione del Miglio di Genova di sabato 27 aprile è stata da record: abbiamo provato a fare un po' di statistiche: intanto in campo maschile è venuta la migliore prestazione, grazie a 4’13” di Stefano Guidotti Icardi del Cus Torino. Una sorta di volata dal primo all’ultimo metro, una vittoria mai in discussione arrivata con una decina di secondi nei confronti del pur bravo Carlo Pogliani della Cambiaso Risso. I primi cinque sono scesi sotto il limite dei 4’30”, e sfidiamo un’altra gara del genere in Italia a avere una tale profondità di risultati. In dieci sotto un altro limite importante, ossia quello dei 4’40”.In 20 sono riusciti nell’impresa di un tempo under 5’00”. Primo della categoria promesse Matteo Marcello (Cambiaso Risso); primo junior Pietro Rolando (Trionfo Ligure); primo allievo Sirio Dettori (Trionfo Ligure); primo cadetto Abdi Bambi (Don Bosco). Da notare, per quanto riguarda le categorie master, il primo posto fra gli over 60 di Giuseppe Lombardo (Maratoneti Genovesi), sempre impeccabile con 5’17”. Fra le donne vittoria della F35 Martina Rosati (Trionfo Ligure) con 5’08”. Prima “promessa” Iris Baretto, sua consocia, seconda assoluta. Di rilievo la prestazione di Laila Hero (Arcobaleno), terza assoluta.In sette sono scese sotto i sei minuti: rientrano in tale sezione la prima allieva (Aurora Tagliafico, Atletica Arcobaleno) , la prima cadetta (Sara Ierardi del Città di Genova), e la forte F45 Rose Starreveld (Delta).In 115 al traguardo: quantità e qualità.Le Frecce Zena possono essere soddisfatte.