(Circa) 38 anni fa Toshihiko Seko stabilì  a Christchurch (Nuova Zelanda) la migliore prestazione dei trenta chilometri su pista nell’avveniristico tempo di 1h29’18”. Il che significa (circa) una media di 2’59” al chilometro, oppure 1’11”9 per 75 giri.Una vera impresa, degna dell’alone di mito che circondò l’impassibile maratoneta giapponese, come veniva battezzato, un formidabile runner capace di esprimersi più volte attorno alle 2h08’30”  negli anni ottanta, diventando un pioniere della specialità. Talmente forte (vincitore di Tokyo, Fukuoka, Chicago e Boston, tanto per dire), da essere citato ne “L’arte di correre” dallo scrittore Murakami Haruki.