Nelle giornate di bel tempo lo sguardo spazia verso il candore delle vette marmoree delle Alpi Apuane da una parte, dall’altra verso le belle pinete di Versilia: la dimensione agonistica è fatta di un saliscendi corto ma insidioso, mentre l’aria è satura degli aromi dello zucchero filato  e dei panini con la porchetta, come in una gara da Strapaese…..ma una signora gara. Fascino inalterato nel tempo della Coppa Santo Stefano a Vallecchia di Pietrasanta (Lucca), parata di campioni come Stefano Mei, Daniele Meucci, fino a arrivare ai tempi di Antonio Ambu e delle dirette TV. Una corsa di 6,2 chilometri (il clou alle 10.45 con la prova maschile) velocissima, dove i liguri hanno sempre trovato una loro dimensione con Mariano Penone, Valerio Brignone, fino ai liguri-africani Mohamed El Mounim e altri. Mercoledì 26 dicembre l’instancabile Mohamed Rity (Delta) sarà al via a fianco  di mezzofondisti molto forti come il ruandese Primien Manirafasha, mattatore di tante corse su strada in tutta Italia, e Massimo Mei, azzurro di corsa in montagna. Non mancherà lo spettacolo.