Il Monte di Portofino è una "gemma geologica" incastonata fra la Riviera Ligure e il blu del mare. Blu, non azzurro, perché il suggestivo promontorio si allunga in maniera inconfondibile verso le profondità del Mar Ligure . Inoltrarsi a piedi in questo territorio è come scoprire panorami che cambiano a ogni versante. Dalle scogliere a picco, dai torrioni in "puddinga" (la caratteristica pietra del Monte) si passa ai canaloni ombrosi dove crescono piante tipiche di ambiente alpino come la genziana (a poca distanza dal mare!); dagli ulivi delle fasce tipiche del clima ligure si va addirittura alle piante grasse dei versanti assolati e aspri, dove il sole batte praticamente tutto l'anno. Domenica 9 dicembre l'occasione è unica per prendere parte al Trail di Portofino (ore 9, il via da piazza San Siro a Santa Margherita Ligure). Se la novità del panorama podistico mondiale è costituita da questo tipo di specialità, che si svolge su sentieri di campagna, quale occasione migliore, per tanti specialisti, è gareggiare i n un'area parco unica al mondo? Il percorso è quasi interamente su strade e sentieri sterrati immersi nella natura del Parco Naturale con passaggi in località come Gave, SAn Fruttuoso di Camogli, Nozarego. L'intensa mattinata prevede la vcombinazione di tre eventi in uno: "Marci Arcobaleno", corsa l,udico-sportiva, "Ritorna la più bella", corsa ludico sportiva e il Trail di 26 chilometri. Le prime due manifestazioni sono aperte a tutti, il Trail, invece, è una gara riservata agli atleti in possesso del certificato medico agonistico per l'atletica leggera. Ulteriori informazioni sul sito www.maratoninaportofino.it