Andorra è uno dei più piccoli stati europei. Vero e proprio “gioiellino” montano sui Pirenei, al confine fra Francia e Spagna, ospita domenica 16 settembre , per la prima volta nella sua piccola storia sportiva, i Campionati Mondiali di corsa in montagna. La località turistica e sciistica di Canillo vedrà all’opera, su un percorso di salita di dieci chilometri, Emma Quaglia. Reduce dalla buona prova del Challenge Stellina del Sestrière, dove la maratoneta ligure della Cambiaso Risso ha staccato il “pass” per la rassegna iridata, Emma cerca di raggiungere un piazzamento “pesante” per spingere l’Italia, se possibile, sul podio per Nazioni, vista la tradizione  azzurra. Con lei Gloria Giudici, la piemontese Erica Ghelfi e Elisa Sortini. La concorrenza sarà feroce. Ci saranno le medagliate di Skopje (Macedonia, Europei) e, in più, keniane e americane, che possono recitare ruoli importanti. Su tutte si staglia il nobile profilo della svizzera Maude Mathys, campionessa continentale,  quindi un’atleta in grande forma come l’irlandese Sarah Mc Cormack, prima al Sestrière, quindi le francesi Elise Poncet e Anais Sabre, l’inglese Emily Colinge, e le keniane Viola Jelagat, Lucy Mirigi e Joyce Njeru.

 

https://l.facebook.com/l.php?u=https%3A%2F%2Ftrailrunner.com%2Fwp-content%2Fuploads%2F2018%2F09%2FSTART-LIST.pdf&h=AT3iJonLq0f1_1NywRC5mc_9e1DX_DVbm4Yr24pH3Xg93erW2inBnr5PB4i_J80uIQsygGChFkfwwOxjyIxAg-ThiletmDoYt27HEEve8DRsKqI8u68UCpir3ziTqhd6n9h_md0eW6emzVZvkwIusex7Neeqd89_KQaotcGRRMLQ4u0T83TBtvEaWme1s3KsLnKKvr5OSr-NGynD3d7HoMxaoZMOLnZCXmmILe7zviiThkWOXjGhAUjHOy3oVElspyFHotl4j-w-B4sJhgFhVb7QJP5X4du4y7svtgIW0u0hscEr5GwnyAk9EWlxWqKceOSa5tl6Mxim08rPpW2SkEvS2B7qqV57DeDnL48NeQdMPB2R4eol-BfMwO6vNEuOP-WBfMZcQwItgFnyrFI_lDZql4Kohwpj