Storica doppietta di Davide Re, che oggi, con la vittoria sui 200 in 21”06, entra nella ristretta cerchia dei vincitori di 200 e 400 in un campionato italiano. Una gara con molta, troppa tensione: ne fanno le spese il famoso Andrew Howe  e il ligure Enrico Demonte, autori di due false partenze che li estromettono dalla gara per squalifiche. Il velocista imperiese non parte molto bene, forse accusa un po' di deconcentrazione, ma è autore di un rettilineo finale portentoso, che gli fa vincere un titolo davvero insperato alla vigilia. Comunque il 20”93 ottenuto in batteria aveva fatto ben sperare…l’allievo di Chiara Milardi ha davvero fatto meraviglie, inghiottendo negli ultimi cento metri avversari come Diego marani e Lodovico Cortelazzo.