Sabato 12 maggio l’aria fina del reatino ha portato bene a Luminosa Bogliolo del Cus Genova, che ha abbattuto con una spallata vigorosa (meglio: con una volata ) il record regionale dei 100 ostacoli portandolo a 13”29. “Mi trovo sempre il vento contro- dice Luminosa- sembra il destino di questa stagione”. Ma, Eolo o non Eolo, l’allieva di Ezio Madonia attualmente ha corso i 100 ostacoli più veloci di tutte in Italia: “Calma, siamo appena agli inizi. Le cose stanno andando bene, ma già nel prossimo fine settimana sarò impegnata con gli italiani universitari a Isernia e, certamente, ci sarà concorrenza “. Un vortice di gare: appena finito l’impegno classico dei societari, Luminosa ha gareggiato a Rieti: “Bella pista. Meno male che non c’era caldo, visto che laggiù ho sempre patito le alte temperature. Invece sabato c’è stato anche qualche scroscio di pioggia”. Una vittoria in 13”29, a soli quattro centesimi da un traguardo importante: “Il minimo per gli Europei di Berlino. Ci proverò in un’altra occasione. Preferisco non vincere, ma gareggiare in una gara più competitiva e andare al massimo. Tenterò anche la qualificazione per i Giochi del Mediterraneo”.Dopo la gara di  Rieti, e la cussina allenata da Ezio Madonia è tornata a Torino, dove studia Veterinaria: “Come ultimo esame ho dato Malattie Infettive. Sono molto impegnata con gli studi, ma cerco di seguire una preparazione scrupolosa. I 100 ostacoli sono un concentrato di tecnica, velocità, ritmo fra un ostacolo e l’altro. Si può sempre migliorare”. Ad esempio?: “Negli ultimi metri. Stiamo curando questo aspetto fondamentale”. Ha energie da vendere, classe, anche umiltà la ragazza di Alassio: il Comune l’ha premiata come personaggio sportivo. “Davanti a me ho un esempio come Emanuele Abate, primatista italiano dei 110 ostacoli. Un punto di riferimento fondamentale”. Luminosa ha iniziato con il compianto Pietro Astengo, quindi si è affidata all’ex sprinter azzurro Ezio Madonia, protagonista dell’atletica  italiana degli anni novanta. L’anno scorso ha preso parte agli europei under 23 di Bydgoscz (Polonia) e alle Universiadi. Partecipazioni prestigiose : “Per natura sono ottimista. Però, ripeto, siamo solo agli inizi della stagione all’aperto”.Noi aggiungiamo: “Chi ben comincia…”.