L'undicesima Mezza Maratona delle due perle è stata monopolizzata, fin dalle prime battute, da un quartetto comprendente i keniani Meli, Tiongik e Rono e dal burundiano Nihorimbere. Per duemila metri si è accodato  a loro Mohamed Rity del Delta Spedizioni, che poi si è staccato dal gruppetto (capace di tenere 3'02" al km), per seguire il proprio ritmo: "Non potevo fare altrimenti. E' stata dura, perché il vento soffiava contrario e mi sono trovato da solo.Però sono soddisfatto della mia prova". Primo ligure lo spezzino del Dlf Mario Viola : "Non ero preparato. Il percorso è stupendo, anche se impegnativo. Oggi c'erano degli scorsi magnifici". Ottavo un nome della maratona italiana degli anni novanta come Migidio Bourifa : "Qui vengo sempre volentieri perché correre è quasi un privilegio. Per trovare nuovi stimoli, corro per il progetto CESVI, della "rete del dono". Si tratta di finanziare progetti per bambini nel Terzo Mondo". Oggi Bourifa ha chiuso in 1h20'40". Con il sorriso sulle labbra.